Traduci | Translate

martedì 25 novembre 2014

Frittata di spinaci e formaggio al forno, ricetta finger food facile e light

I giorni procedono velocemente, l'autunno sembra essere arrivato anche in Sicilia, al mercato si trovano tantissimi spinaci che vien voglia di cucinare in ogni maniera e oggi vi propongo una frittata al forno, alternativa a chi vuole mantenersi più leggeri e seguire una dieta senzaa fritture



FRITTATA DI SPINACI E FORMAGGIO AL FORNO
Ingredienti
mezza cassetta di spinaci freschi
4 uova
formaggio grattugiato (pecorino, parmigiano, sbrinz, emmenthaler, fontina... ciò che vi piace)
foglie di menta fresca a piacere
sale
pepe nero
olioextravergine di oliva

Preparazione

Pulire gli spinaci avendo cura di privarli delle foglie esterne più dure o rovinate e lavarli avendo cura di sciacquarli più volte. Quelli che sono molto sporchi di terra, generalmente li lascio in ammollo per alcuni minuti e poi li sciacquo più volte in abbondante acqua fredda.
Trasferire gli spinaci ben lavati in un'ampia pentola e, senza aggiungere liquidi, porli sul fuoco a lessare. Non ci vorrà molto tempo perchè gli spianci si cuociono in fretta. 
Una volta cotti gli spianci, scolarli del liquido di cottura che si sarà formato e farli raffreddare (generalmente io cuocio gli spinaci senza sale perchè utilizzo il liquido di cottura raffreddato per innaffiare le mie piante, provate anche voi e vedrete che belle foglie lucide e rigogliose avranno!).
Sbattere energicamente le uova con una frusta, aggiungere del sale, pepe, la menta lavata e tritata.
Grattugiare abbondante formaggio.
Tagliare finemente gli spinaci, quindi aggiungerli alle uova sbattute ed unire il formaggio ed una goccia di olio extravergine di oliva. Se necessario aggiustare di sale.
Versare il tutto in una pirofila di silicone (così da evitare di imburrare/oliare una teglia) ed infornare a circa 230°C fino a cottura, ovvero finchè sulla superficie della frittata non comparirà un'appetitosa crosticina dorata.


In questo periodo lavoro lontano da casa mia... chi mi segue su Instagram e Twitter avrà sicuramente già visto dove lavoro perchè quando posso posto le foto di Geraci Siculo, uno dei borghi più belli d'Italia che si trova sulle Madonie. Da lì sopra c'è un panorama meraviglioso, quando non c'è foschia è possibile vedere il mare all'orizzonte e scorgere anche le isolette... la gente di Geraci Siculo è ospitale e generosa ed ho anche mangiato cose che non avevo mai mangiato, ad esempio le "cassate", ovvero fagottini di pasta frolla "alla maniera siciliana" (cioè con strutto, ammoniaca ecc.) e ripieni di pasta di mandorle, di fichi o addirittura di zuccata... una delizia che spero di replicare presto a casa mia e di mostrarvi. Unica pecca in tutto questo: a Geraci Siculo fa freddissimo, roba da uscire con tanto di giubbotto imbottito, sciarpe e caldi cappellini di lana. Per il resto, ci tornerò con la mia famiglia perchè in quella parte della Sicilia ci sono luoghi tutti da scoprire e da visitare.
Ciao, alla prossima!

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.
Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

lunedì 10 novembre 2014

Scuola di cucina di Martha Stewart finalmente in italiano con Giunti Editore


La notizia che il libro "Scuola di cucina" di Martha Stewart sarebbe arrivato nelle librerie italiane ha fatto il giro delle bacheche in pochissime ore, soprattutto tra le foodbloggers, e di questo non si può che ringraziare Giunti Editore
Copyright © 2008 by Martha Stewart Living Omnimedia, Inc. - Immagine a uso promozionale del volume Scuola di Cucina, © 2014 Giunti Editore S.p.A.
Adoro Martha Stewart, ormai lo sapete, fin da quando ho scoperto la sua BUSY-DAY CHOCOLATE CAKE ovvero torta senza uova, senza latte, senza burro, senza lievito, senza impasto e che ho fatto diventare anche senza bilancia
Martha Stewart per me è un mito... e in America è molto ammirata, lei è la donna che ha ispirato il gusto di milioni di americani, è diventata un personaggio popolare, televisivo non solo per la sua cucina, ma anche per i suoi consigli di giardinaggio, design, art&craft... sa praticamente fare tutto e sa tutto sulla casa!

In Italia i libri di Martha Stewart sono due e io ho già il piacere di possedere il grande libro di cucina, nel quale ci sono più di 200 ricette, quasi tutte con le foto del procedimento, con moltissime tecniche essenziali... praticamente solo chi non vuole cucinare non imparerà a farlo seguendo i consigli di Martha, infatti lei spiega da come fare un'omelette a cuocere un'aragosta, passando da come sfilettare il pesce per finire a come deglassare un fondo di cottura. 
Nel libro, che potrete trovare qui, si trovano ricette e tecniche di base semplici ma anche operazioni di cucina complesse, per questo ritengo sia uno di quei libri utili a tutti, dalla schiappa in cucina al mago dei fornelli.





Per ringraziarvi di aver letto fin qui, voglio farvi un regalo: cliccando su questo link, ed inserendo questa password blog345cuc nello spazio apposito, avrete la possibilità di scaricare un libro di cucina tipica italiana

Spero vi faccia piacere!Continuate a seguirmi!


Seguimi su GooglePlus

 N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche. Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

venerdì 31 ottobre 2014

Ricetta Plum cake speziato alla zucca con briciole di torrone di Cremona

Amo le torte di carote, le amo in tutte le ricette, quelle speziate, quelle con latte, quelle senza latte, con o senza mandorle, con le nocciole e col cocco...  e sapete cos'ho scoperto? Che sostituendo le carote con la zucca, il risultato quasi non cambia


Sono partita dalla ricetta del plumcake di carote speziato, al quale ho sostituito le carote con la zucca, utilizzato il pisto per profumare (ringrazio ancora Claudia che me lo ha donato) ed aggiunto del torrone tritato. L'idea del torrone mi è venuta sfogliando il ricettario di cui Sperlari mi ha omaggiata, invitandomi a partecipare al Contest pensato per la Festa del Torrone a Cremona (della quale vi consiglio di leggere il programma molto interessante) e devo dire che ci sono alcuni abbinamenti ai quali proprio non avevo mai pensato. Io ho voluto mantenermi sul classico realizzando questa ricetta.


PLUMCAKE SPEZIATO ALLA ZUCCA CON BRICIOLE DI TORRONE 
Ingredienti
160 g di zucchero 
2 uova
un pizzico di sale
200 g di farina 00
120 ml di olio
400 g di zucca tritata 
100 g di torrone grattugiato + 100 g di torrone pestato al mortaio per la copertura
buccia d'arancia grattugiata
2 cucchiaini di pisto (in alternativa Quatre épices oppure un pizzico di cannella + un pizzico di zenzero in polvere + un pizzico di polvere di chiodi di garofano +un pizzico di noce moscata)
1 bustina di lievito per dolci
1/2 cucchiaino (da caffè) di bicarbonato

100 g di cioccolato fondente per la copertura

Preparazione 
Sbattere le uova con un pizzico di sale finché l'impasto non sia spumoso, quindi aggiungere lo zucchero. Lavorare bene ed aggiungere l'olio, la farina, le spezie, il torrone e la zucca. Infine aggiungere il bicarbonato ed il lievito. Far amalgamare velocemente e trasferire il composto in uno stampo da plumcake imburrato ed infarinato (o rivestito di carta forno).
Cuocere in forno già caldo a 180°C per circa 35 minuti (fino a coloritura del dolce, fare la prova stecchino).
Una volta raffreddato sformare il dolce e  ricoprirlo di cioccolato fondente fuso e tante briciole di torrone pestato al mortaio.


Seguimi su GooglePlus



 N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche. Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

mercoledì 29 ottobre 2014

Ricetta Gözleme (pane turco ripieno) ovvero focaccia cotta in padella

Il pane turco ripieno, per gli amici Gözleme :D mi ha affascinata dal primo momento in cui l'ho visto gironzolando su internet, in particolare mi ha affascinata il fatto che fosse una focaccia che si prepara senza lievito e si cuoce in padella... una di quelle ricette che per me sono una vera genialata, perchè ormai sapete che nella mia cucina prediligo le ricette alternative. Questa ricetta è abbastanza veloce, ve la consiglio assolutamente, sia per la sua semplicità che per il fatto che è anche abbastanza economica oltre ad essere adatta agli intolleranti al lievito, inoltre si presta ad essere servita durante i cosiddetti apericena, infatti generalmente va tagliata a strisce di alcuni centimetri e poi servita.




GÖZLEME 
Ingredienti per la pasta
210 g farina 00
50 g di olio extravergine di oliva 
100 g di acqua
un cucchiaino raso di sale

Ingredienti per il ripieno
4 mazzetti di spinaci freschi già lessati
1 spicchio d'aglio
200 g di pancetta piacentina o salame piacentino DOP tagliati a cubetti
un pizzico di sale
un pizzico di peperoncino
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
formaggio a piacere

Preparazione
Preparare la pasta setacciando la farina e il sale in una ciotola capiente. Aggiungere l'acqua e l'olio ed impastare utilizzando un'impastatrice (ma l'impasto si presta anche ad essere lavorato anche a mano). 
Una volta ottenuto un panetto di pasta omogeneo e non appicicoso (se necessario aggiungere dell'altra farina o dell'acqua), trasferirlo sul piano di lavoro infarinato e lavorarlo per 10 minuti fino a che non sarà liscio. Trasferire la pasta nuovamente dentro la ciotola, coprire e lasciare riposare per 20 minuti.
Nel frattempo preparare il ripieno facendo imbiondire l'aglio nell'olio, aggiungere il salume scelto tra pancetta o salame e far dorare a fiamma bassa. Unire gli spinaci lessati e tagliati, regolare di sale e peperoncino. Far insaporire il tutto per circa 5 minuti. 
Una volta trascorso il tempo di riposo, stenderlo in una sfoglia il più sottile possibile. L'impasto deve essere setoso e facilmente arrotolabile e lavorabile come in questo video.
Farcire metà del disco di sfoglia con il ripieno precedentemente preparato, quindi ripiegare la sfoglia e premere sui bordi dopo aver svuotato eventuali bolle d'aria creati con la sovrapposizione della pasta. Riscaldare una padella antiaderente. Sollevare delicatamente il Gözleme dal piano di lavoro e porre sul fuoco.
Cuocere circa 5-6 minuti per lato avendo cura di spennellare leggermente con un pennello unto d'olio. Il Gözleme è pronto quando su entrambi i lati sarà dorato e croccante.


Con questa ricetta ricetta partecipo al Contest del Salumificio PeveriContest Happy Hour Dop con i Salumi Peveri”.


Seguimi su GooglePlus


 N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche. Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

martedì 28 ottobre 2014

Ricetta polpette di patate della nonna Maria

Una delle poche ricette che mi ricordano la cucina della mia nonna materna, è sicuramente quella delle polpette di patate: come le faceva lei, non le fa nessuno, nemmeno io, solo mia madre riesce a farle quasi come le sue. Si tratta di una ricetta semplice ed economica ma anche molto buona, e forse la loro particolarità sta proprio nel fatto che con pochi ingredienti a disposizione, di quelli che generalmente tutti abbiamo in casa, è possibile realizzare qualcosa di così tanto speciale...


Non le preparavo da anni e mi sono venute in mente quando gironzolando su internet, sbirciando tra tante ricette sfiziose, ho realizzato che per stupire mio marito e soprattutto mio figlio, avrei dovuto puntare su qualcosa che fosse particolare e che avesse una storia dietro... e le polpette della nonna, di storia ne hanno tanta. 


Inutile dirvi che la nonna non usava la bilancia e neppure io, ma vi assicuro che anche regolandovi ad occhio, il risultato sarà ugualmente strepitoso. Tra parentesi metto le dosi che all'incirca vanno bene.

POLPETTE DI PATATE DELLA NONNA
Ingredienti
500 g di patate lesse
3 uova
150 g di formaggio grattugiato
2 cucchiai di pangrattato
sale
pepe
un mazzetto di menta fresca
2 spicchi d'aglio

olio per friggere

Preparazione
Pelare le patate lesse e schiacciarle con uno schiacciapatate, quindi porle in un'ampia scodella, in cui andranno impastate le polpette. Aggiungere il formaggio, la menta tritata, l'aglio schiacciato, il pangrattato, sale, pepe, le uova uno ad uno ed impastare per amalgamare bene il tutto. 
Se l'impasto dovesse risultare troppo morbido, aggiungere dell'altro pangrattato, mentre se dovesse risultare troppo sodo, aggiungere del latte o un uovo.
Lasciare riposare l'impasto possibilmente per una mezz'oretta, quindi con un cucchiaio prelevare pezzi di impasto che andrà lavorato con le mani bagnate per formare delle polpette lisce da friggere in  abbondante olio ben caldo. 
Far cuocere su entrambi i lati, quindi porre a scolare su fogli di carta assorbente. 

Consiglio di servire le polpettine ancora calde ma vi assicuro che anche a temperatura ambiente, le polpette di patate della nonna, hanno il loro perchè!

Su http://www.ferrariformaggi.it/ricette-sfiziose potrai trovare tante altre ricette sfiziose.

Seguimi su GooglePlus


 N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

Stampa questa ricetta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

seguimi su GooglePlus!