Traduci | Translate

lunedì 19 ottobre 2009

Marmellata di cachi


A gran richiesta, nonostante le decine di post ancora da pubblicare, ecco a voi la mia marmellata di cachi!
Inutile dirvi che come ogni volta, ho letto dozzine di ricette, una diversa dall'altra (devo dire soprattutto in merito alla quantità di zucchero occorrente)e.... come ogni volta, insoddisfatta di ciò che avevo "studiato", ho preso un pò da qui e un pò da lì, realizzando quella che a mio dire è la marmellata di cachi perfetta!
L'ho realizzata nel giro di un paio d'ore, è facile e quindi adatta anche a chi ha poco tempo.

Ingredienti:

1,200 Kg di cachi maturi (attenzione che siano maturi altrimenti la marmellata rischia di risultare allappante) e già passati nel passaverdure
600-800 gr di zucchero
1 mela
buccia grattugiata di limone
10 chiodi di garofano
un bicchierino di brandy o rum (o a limite succo di un limone)

Lavare bene i cachi, pulirli e passarli nel passaverdure (dischetto con i fori più grandi). Pesare la passata ottenuta e versarla in una casseruola, portando ad ebollizione. Pesare lo zucchero: il peso dello zucchero sarà la metà o al massimo il rapporto con il peso dei cachi già passati dovrà essere di 0.6.

Esempio: nel mio caso ad 1,200 Kg di passata di cachi ho aggiunto 800 gr di zucchero. Il rapporto tra i due è: 800 gr : 1200 gr = 0.66 Così per ottenere la giusta quantità di zucchero, dovrete utilizzare la seguente formula:

Quantità di Zucchero = Quantità di cachi già passati x 0.66

So che molti di voi ci sarebbero comunque arrivate, ma visto che il lavoro l'avevo già fatto io, beh ve lo evito! (^_*)

Ma torniamo al procedimento....

Aggiungere lo zucchero alla passata di cachi in ebollizione, ed aggiungere altresì la mela tagliata a fettine piccole e sottili, la buccia di limone grattugiata ed i chiodi di garofano tritati. Portare ad ebollizione e, dal momento in cui inizia a bollire, far cuocere sempre mescolando, per 40 minuti.
Nel frattempo, se non lo si è già fatto, sterilizzare i vasetti di vetro nei quali sarà conservata la marmellata.
Per sterilizzarli li ho messi in forno caldo per alcuni minuti.

Trascorsi i 40 minuti di cottura verificare la consistenza della marmellata.
Per verificare la consistenza versare un cucchiaino di marmellata su un piattino e porlo in frigo per qualche secondo, quindi tirarlo fuori ed inclinarlo: se la marmellata "resta ferma" significa cheè pronta, altrimenti dovrà cuocere per qualche altro minuto, ma sono certa che non sarà necessario.
Aggiungere così il liquore (o succo di limone), far insaporire giusto un minutino, quindi invasare velocemente e capovolgere i vasetti chiusi benissimo.
Consiglio: una volta riempito il vasetto, mettere un foglio di pellicola sui bordi prima del tappo, quindi chiudere bene.

La marmellata si conserva anche per dei mesi, naturalmente in un luogo fresco ed al buio.
Ho letto che è ottima consumata in crostata di mele: sulla base di frolla va spalmata della marmellata di cachi che poi va ricoperta con delle fettine di mela. Non ho mai provato però sono sicura che proverò presto, ma perchè qualcuna di voi non lo fa adesso? Poi fatemi sapere, eh?



40 commenti:

  1. sono proprio scimunita....cercavo "commenti" e mi disperavo pure di non trovarli!!!!
    ho letto su alf x il problema dell'allappamento...quando ti capitano quei cachi lì,una rabbia!!!adesso mi leggo x bene tutto il post.
    mirtilla mi hachiesto di girare questo
    http://angolocottura.blogspot.com/2009/10/scriviamo-al-nano.html

    RispondiElimina
  2. Ciao Luna molto buona questa marmellata adoro questi frutti , segno subito la ricetta.
    Baci

    RispondiElimina
  3. buonissima!!!
    non l'ho mai assaggiata ma sicuramente sara' stragustosa!
    senti Lu', ma secondo te questa proporzione puo' essere valida anche per la marmellata di zucca? l'altro giorno l'ho fatta con 800 gr di zucchero per un chilo di zucca ma è venuta trooooppo dolce...

    RispondiElimina
  4. Grazie tesoro
    Stasera la faccio, io con quella di arance e mandarino come addensante uso la carota, stasera se non scende mio marito a cogliermi una mela provo con la carota.
    Poi ti faccio sapere ciao

    RispondiElimina
  5. che buona deve essere!!!!!!! baci baci :-)))

    RispondiElimina
  6. Ottimaaaaaa da provare ora che è periodo di cachi!!!
    ciaoooo

    RispondiElimina
  7. Troppo buona e..... troppo scientifica per me, ma da provare assolutamente.
    Salutonii

    RispondiElimina
  8. necessita di verificare:)

    RispondiElimina
  9. molto intiresno, grazie

    RispondiElimina
  10. @Anonimo: chi sei? perchè non i firmi?

    RispondiElimina
  11. Ciao Luna, un gran complimento per la tua marmellata di cachi che ho avuto modo di preparare... la rifarò perchè è piaciuta un sacco e i pochi vasetti che avevo preparato, sono già spariti...
    saluti a tutti quelli che stanno ai fornelli ogni tanto come me...
    Forgetmenever

    RispondiElimina
  12. stavo cercando una ricetta e ho deciso di provare la tua ma xchè i chiodi di garofano ? posso farne a meno? domani provo poi ti faccio sapere ciao :)

    RispondiElimina
  13. ho fatto la marmellata questa mattina ( senza i chiodi ... :))è venuta perfetta ma mi sa che non tutti i cachi erano perfettamente maturi xchè è un " zichino " allapante........!!!!!!!!!!!colpa mia grz x la ricetta alla prox

    RispondiElimina
  14. ciao, forza e coraggio..dipende dai cachi, quelli del giardino o almeno dei contadini sono una cosa. quelli comprati al supermercato, tutta un'altra. Io l'ho rifatta in questi gg con quelli comprati al supermercato, belli si, si.... poi uno schifo. ho buttato via tutto. Allappavano da far senso... al diavolo la frutta dei congelatori.....ciao alla prossima esperienza.
    Forgetmenever

    RispondiElimina
  15. @ladymarmelade: i chiodi di garofano sono una mia variante e devo dire azzaccatissima perchè ci stanno benissimo! Ho letto che un modo per togliere l'effetto "allappante" è quello di rimuovere la schiumetta che viene fuori quando si portano i cachi in ebollizione. Prima dell'aggiunta dello zucchero.

    @forgetmenever: hai perfettamente ragione!!!

    Un saluto ad entrambe!

    RispondiElimina
  16. vi ringrazio dei consigli x questa volta devo accontentarmi di come è venuta ( x la serie non si butta mai niente) e non è poi neanche allapantissima è mangiabile ma x la prox volta farò + attenzione ciaociao

    RispondiElimina
  17. devo proprio provarla vi farò sapere ciao

    RispondiElimina
  18. Provo anch'io, visto che il vicino ha l'albero e me ne dona a secchiate, ma al momento non dispongo di chiori di garofano, farò senza...

    RispondiElimina
  19. La marmellata ai cachi viene spesso un po' allappante. Se la si tiene sigillata per qualche mese (max. 6) l'effetto svanisce. Ciao!

    RispondiElimina
  20. ecco qui un bel modo per smaltire i cachi in eccesso che ho.... ma poi che ne faccio di tutta sta marmellata!?!?!? quante crostate di mele sarò costretta a fare!?!?!!? baciooooooo

    RispondiElimina
  21. scusa ma non capisco il senso di lavarli bene: ma la buccia non va levata proprio? oltretutto è molto sottile e si rischia di romperla lavandoli.
    non è che stai parlando dei cachi mela (quelli duri)?

    RispondiElimina
  22. @Daniele: ciao Daniele. Il senso di lavare bene la buccia è legato al fatto che poi si passa tutto nel passaverdure, e la polpa viene a contatto con l'esterno della buccia (che se non lo lavi è sporco) ;)
    Il tipo di cachi al quale mi riferisco è quello in foto (chiedo perdono se la foto non è il massimo...), l'ho messo in foto apposta ;)
    baci

    RispondiElimina
  23. ti ringrazio del chiarimento, forse domani provo a farla vedo se ho tempo.

    RispondiElimina
  24. Domandina: ma il colore finale della marmellata quale deve essere? Ho seguito la tua ricetta che mi e' piaciuta, ma il colore da bello rancione e' diventato marronico dopo la bollitura di 40 minuti. Non il massimo. Dici che dipende dal fatto che non ho messo il limone? Mi piaceva il sapore e non volevo che si inasprisse troppo con il limone. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annalisa, si penso dipenda anche dal limone, comunque tieni conto che un pò si scurisce non rimane "color cachi"

      Elimina
  25. devo assolutamente dire alla mia mamma di farmela! adoro i cachi e qui non li trovo in abbondanza e tornando a natale non faccio mai in tempo a mangiarla! gnammete

    RispondiElimina
  26. bella questa marmellatina, tra qualche settimana vedo l'albero giù in giardino, dovrebbero essere maturi al punto giusto! ma io sarò già al nord....all'epoca... uff...

    RispondiElimina
  27. mai preparata, ma mi attira non poco, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  28. é una delle mie marmellate preferite ma non riesco mai a prepararla perché i cachi qui non li trovo :((((((( dirò alla mamma se me la prepara :)

    RispondiElimina
  29. non pensavo si potesse fare la marmellata di cachi!

    RispondiElimina
  30. ciao ho letto la ricetta e volevo chiederti: è proprio necessario mettere il limone?non è sufficiente la mela come addensante?i chiodi di garofano li posso eliminare insieme al liquore? ciao fammi sapere
    viviana673

    RispondiElimina
  31. grazie a tutti per i commenti.
    @viviana673: noi l'abbiamo sempre fatta così, secondo me la mela ci sta molto bene e sia il limone che il liquore anche. I chiodi di garofano sono stati una mia aggiunta perchè amo molto il loro profumo... non ho mai provato a farla diversamente, ma se tu volessi provare, te ne sarei grata se mi informassi sul risultato. Grazie :)

    RispondiElimina
  32. e i chiodi di garofano rimangono nella marmellata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, io li metto interi e generalmente li lascio, poi a limite li tolgo quando uso la marmellata. Se pensi che siano un problema però, puoi sempre metterli tritati :)

      Elimina
    2. Se invece la marmellata di cachi allappa che fare?

      Elimina
  33. Ciao..io la faccio con l'aggiunta di cannella e uva passa ammollata nel rum...da provare! I cachi poi per i due terzi li frullo (a volte centrifugo proprio) e un terzo a tocchetti grossolani. Proverò la tua con i chiodi di garofano...ma dieci???? Non sono tanti?? Ciao via, M.

    RispondiElimina

Ciao grazie per aver letto fin qui, è sempre un piacere leggere i vostri commenti. Li leggo sempre tutti anche se non sempre rispondo, ma generalmente lo faccio se mi vengono poste domande.
Tornate a trovarmi, vi aspetto!

Stampa questa ricetta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

seguimi su GooglePlus!