Brioche francesi

11:19:00 AM

Ogni tanto, da briochomane che sono, mi viene la voglia di impastare, sperimentare, provare e soprattutto... mangiare!!!
E quindi mi metto all'opera per cercare una buona ricetta per delle brioche con delle caratteristiche particolari: leggere, soffici come le nuvole e ripiene di crema! Tra le tante ricette che ho visto (tralaltro tutte segnate e da provare!) ero proprio confusa, perchè le mie brioche dovevano essere proprio quelle che immaginavo... e chi poteva risolvermi i dubbi se non
lei? Si apre un dibattito molto interessante perchè inizialmente mi scrive: "che intendi per leggere e soffici?? tutte le paste brioche, comprese quelle sfogliate, se ben fatte sono leggere come piume" ok, non ero neppure riuscita a spiegarmi , e ora come glielo spiego quello che vorrei visto che non sono una maga dei lievitati e sconosco la terminologia adeguata? Cerco di spiegare meglio che posso e alla fine ho pensato che forse l'impasto che adatto doveva essere privo di uova, ma la Miss mi spiega che "Per paradossale che sembri le brioches che si sciolgono in bocca hanno tanto burro e uova" e lei aggiunge che, invece, il segreto andava ricercato nell'idratazione. Già, l'idratazione, e chi c'aveva più pensato da quando non postava più su Alf? Oddiiiiiiiiiiio che discente imperfetta che sono!!!
Alla fine, decido di seguire il consiglio di Paoletta, ovvero quello di pensare ad impasti molto idratati. Problema: serve l'impastatrice, e io ce l'ho da mia mamma! Rendendomi conto del fatto che in effetti con le mani è molto difficile eseguire correttamente questo tipo di impasti, ho pensato di provare ad impastare con le fruste a spirale del mio sbattitore (tralaltro non le avevo mai usate e non avendo l'impastatrice, non restavano che quelle, in casa... ) le cerco subito e mi metto all'opera.

Dunque... inutile dire che Paoletta aveva ragione! Infatti ho seguito una ricetta che a mano era molto difficile da impastare a causa appunto, della quantità di liquido, ma con le fruste... in un attimo l'impasto è diventato liscio e soprattutto lucido!!! Durante l'impasto lo vedevo "arrampicarsi" sulle fruste e si attaccava e staccava dalle pareti... era così elastico che sono rimasta veramente a bocc'aperta, e, dopo averlo impastato con le fruste, non contenta l'ho preso e l'ho impastato a mano verificando che era così elastico da allungarsi mentre allargavo le braccia: sarà stato incordato? Oddioooooooooo e chi se lo immaginava che avrei mai pronunciato quella parola?

Ma veniamo alla ricetta!!! Non so perchè ma mi ha colpita questa, postata per caso su un forum francese che non c'entra niente con la cucina .... le foto non erano un granchè, però qualcosa mi diceva che poteva fare al caso mio... e infatti... guardate il risultato




Qui sono appena sfornate, giusto il tempo di intiepidire e le ho farcite di marmellata (era già tardi e alla fine non mi andava di fare la crema... ): le abbiamo trovare ottime, anche mio marito che non ama i dolci ne ha mangiate 5 di quelle piccole tonde.


Ecco la ricetta:

500g di farina 00
300g di 1 uovo+ latte (cioè in totale 300 gr, anche se lei mi consiglia di idratare ancora più nonostante l'impasto mi sia sembrato abbastanza idratato)
100gr zucchero
5 g sale
1/2 panetto di lievito di birra (circa 12 gr)
80 g burro (a temperatura ambiente)

Procedimento:
Rispetto alla ricetta il procedimento l'ho un pò cambiato: in una ciotola capiente ho versato la farina a fontana, l'ho mescolata con lo zucchero ed il sale. Ho intiepidito il latte ed in una parte di esso ho sciolto il lievito. Al centro della fontana di farina, ho versato gli ingredienti liquidi ed il burro a pezzetti, quindi ho impastato con il frullino con le fruste a spirale per circa una ventina di minuti. Visto che l'impasto si arrampicava sulle fruste, ogni tanto spegneve, staccavo l'impasto e riprendevo ad impastare.
Trascorso questo tempo, ho adagiato l'impasto su un piano infarinato ed ho iniziato ad impastare a mano, allungandolo, piegandolo, sbattendolo.
Infine l'ho posto a lievitare per circa un paio d'ore o forse più (c'era freddo e lievitava lentamente). Quando mi è sembrato raddoppiato di volume, ho foderato le teglie di carta forno ed ho formato le brioche.
Per praticità le ho spennellate con latte ed in alcune ho aggiunto dello zucchero in granelli.


Appena sfornate, giusto il tempo di intiepidire un attimo (rischio ustioni ale mani!) ho scaldato della marmellata, e con l'aiuto di una sac a poche, ho farcito questi "bocconcini".



N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.

Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved




Potrebbero interessarti:

Potrebbero interessarti anche

24 commenti

  1. bbbbuoneeee! sta mattina non sono riuscita a fare colazione e vedere le tue foto mi fa girare la testa...
    brava!
    a presto,
    Alessandra

    RispondiElimina
  2. queste brioche sono da svenimento. Troppo buoneeeeeeeeee Clementina

    RispondiElimina
  3. buonissime!!! ti sono venute una favola! complimenti

    RispondiElimina
  4. ohhhhhhhhhhhh mamma io adoro queste cose...senti un po ma come hai fatto pe rfidarti di una ricetta francese tra l'altro senza foto???e sono venute come volevi tu???spiegami come le hai trovate???e durano un poketto...aspetto con ansia tue risposte...complimentiiiiiiiiiii e grazieeeeee

    RispondiElimina
  5. Complimenti ....sembrano deliziose....ciao Anna.

    RispondiElimina
  6. Buoneeeeee aspettami per domani mattina!

    RispondiElimina
  7. ciao Luna quanto tempo!!! Indaffarati tutti a quanto pare in questo periodo, approfitto per farti gli auguri di Buona PAsqua e ti mando un bacione!!
    A presto

    RispondiElimina
  8. mamma che buone!una ,una anche a me please???????..baci!!!

    RispondiElimina
  9. Che belleeee...e chissà che buoneeee!!! perfette a colazione!
    complimenti!

    RispondiElimina
  10. Ti sono uscite alla perfezione queste brioche, l'aspetto è assolutamente invitante. Ottime la mattina da pucciare nel latte
    ;-).
    P.s: grazie di esser passata nel mio blog, se e quando deciderai di fare i culurgiones per tua suocera e hai dubbi non esitare a contattarmi!

    RispondiElimina
  11. ma ci credi che le brioche non le ho mai fatte! vedi, qualcosa che m'incresce c'è...
    posso averne qualcuna delle tue? e poi con la marmellata! che delizia!!!

    RispondiElimina
  12. molto belle!
    con la farina 00 quell'idratazione va benissimo, è se cambi che è poca ;-)

    RispondiElimina
  13. certo che son queste brioche la colazione non finisce mai ;)

    RispondiElimina
  14. @Marianna: ciao! Dunque ho cercato queste brioche su siti francesi perchè è proprio la brioche francese che mi piace moltissimo. L'ho trovata semplicemente utilizzando un motore di ricerca francese (o anche www.google.fr) ed inserendo parole francesi, tipo "brioche recette". Nonostante non ci fosse la foto mi sono fidata perchè ad occhio le proporzioni mi convincevano: non era una ricetta strampalata e visto che non si trattava di un sito di cucina ne ho dedotto che chi l'aveva postata l'aveva collaudata, non era un esperimento!!! E infatti si trovava in un post OT che parlava di briohe ben aerata, proprio quello che cercavo io, ecco perchè mi sono convinta.
    Durano qualche giorno chiuse in una scatola di latta, un pò di più se in sacchetti per alimenti, sempre se in famiglia le fanno durare, eheheheh, e si possono anche congelare: non perdono affatto.
    Baci

    @chabb: eh già! Grazie per gli auguri, io per adesso non te li faccio: passo in questi giorni! Baci

    @Monella: Grazie per la tua disponibilità, spero di farli presto, voglio vedere come mi verranno!!!

    @ Shade: ma allora devi assolutamente rimediare, eh? Dai intanto prendine una delel mie e poi prova anche tu ad impastare!!! Sei troppo "massara" per non farle"

    @Paoletta: grazie, sia di essere passata che del commento! Cmq proverò anche con altre farine: sono curiosa di vederne il risultato!

    Baci a tutti e grazie di essere passati

    RispondiElimina
  15. ricapitolando, i 300grammi sono di latte e uovo insieme?? dai, con 1 uovo e 80gr di burro posso permettermele anch'io! le faro'! buona pasqua!!!

    RispondiElimina
  16. ma che belle queste brioches! piacere di conoscerti, a presto!!!

    RispondiElimina
  17. Ciao Luna, grazie della visita e del tuo commento. E' un piacere conoscerti. A presto

    RispondiElimina
  18. Ciao Luna, quante briosce ti vengono con le dosi di questa ricetta?

    RispondiElimina
  19. @Silvia: circa una ventina, dipende poi dalla grandezza!!!
    ciaooo

    RispondiElimina
  20. Salve Lunanerazzurra, vorrei fare questa ricetta ma non hai indicato i tempi di cottura e la temperatura del forno.
    Aspetto con ansia, non vedo l'ora di provarla!
    ciao e grazie
    Lory

    RispondiElimina
  21. @Lory: ciao Lory, dunque la temperatura è circa 190° (dipende dal tipo di forno che hai, io ho un fornetto elettrico), per circa 15 minuti e comunque fino alla coloritura.
    Fammi sapere il risultato!!!
    Ciao ciao

    RispondiElimina

Ciao grazie per aver letto fin qui, è sempre un piacere leggere i vostri commenti. Li leggo sempre tutti anche se non sempre rispondo, ma generalmente lo faccio se mi vengono poste domande.
Tornate a trovarmi, vi aspetto!

da Instagram

Scrivimi

Nome

Email *

Messaggio *