Ricetta biscottini con cornflakes detti Pierini cornflakes

8:25:00 PM

Oggi vorrei parlarvi di questi biscotti facili facili, pensati dopo aver letto qui.

Dico "pensati" perchè in realtà, dietro a questi biscotti, c'è tutto un traffico del quale oggi voglio parlarvi, un giro un pò losco iniziato in un mercato, e che parla di trafficanti, di corrieri, di pusher, di consumatori e anche di ladri (no questi non li linko, capirete perchè), come in qualche scena di cronaca, sissì perchè il passaggio di pacchetti da una mano all'altra è stato veramente sorprendente, (almeno in base al contenuto del pacchetto...)...
Allora... tutto è cominciato, come accennavo sopra, in un giorno freddo, al mercato, quando il trafficante, in arte Gamby, pregò lo zione di fargli da corriere affinchè il contenuto del pacchetto venisse recapitato al pusher, detto Nanni. Lo zione fu ripagato del lavoro con un'altro pacchetto della stessa "roba" destinata al Nanni, e quest'ultimo ne passò un pò della sua ad un'altra persona.
La cosa sorprendente è che come nel film più ingarbugliato, il corriere ha fatto carriera diventando anch'esso spacciatore, sì perchè infatti il contenuto del suo pacchetto, avuto come ricompensa per aver recapitato la "roba" al pusher Nanni, lo divise con lei. E qui entro in scena io, perchè lo divise anche con me...
Hey ma che avete capito?
Tranquilli, mollate quel telefono... non occorre chiamare la polizia, a meno che non vogliate offrirne pure a loro, s'intende!!! Sì perchè in realtà, se non avete avuto l'impazienza di scorrere poco più in basso questa schermata (e vedere l'immagine!) si tratta di... traffico di ciliegie disidratate semicandite!!! eheheheheh



Per farvi capire più facilmente tutto il tragitto che "la roba" ha fatto, lei ha realizzato un diagramma che io ho aggiornato... eccolo qui:


mi scuso se il carattere è diverso dall'originale ma non avevo lo stesso font.


Dunque entro di scena io... ma la storia non è ancora finita, infatti vi ho parlato di tutti tranne che dei ladri e del furto tradimentoso che ho subito... infatti, quando ho ricevuto con mia gran sorpresa il pacchetto di ciliegie che zioPiero mi aveva spedito, le ho subito riposte (ben nascoste) in dispensa e mi sono messa alla ricerca di una bella ricetta, originale e degna di un regalo così prezioso.
Io avrei subito voluto continuare la sagra della clonazione ma purtroppo non posso mangiare il cioccolato, quindi ho pensato di fare una bella ricetta che mi permettesse di gustare le buonissime ciliegie, regalatemi dal mio caro amico, e tenerne qualcuna da parte per sperimentare la clonazione dei tartufi e deliziare magari il palato di marito e figlio che apprezzano sempre.
Ecco questa era la mia intenzione, e dico "era" perchè nel frattempo, approfittando della mia assenza in casa, il padre ed il figlio, chiotti chiotti si recavano puntualmente in dispensa a mangiare le mie ciliegie!!!
Non vi dico la mia faccia quando ho preso il pacchetto conservato come un cimelio e l'ho sentito leggerissimo... e quando l'ho aperto, c'erano un pugno di ciliegie!!! Che delusione...

e ora che ci faccio con queste? Se faccio i tartufi non potrò assaggiarli, se ci faccio un'altra cosa non postrò clonare i tartufi.. e allora???

E allora ho pensato che avrei potuto realizzare dei biscotti (per risparmiare ciliegie) ed ho scelto una ricettina che da anni mi frullava nella testolina ma che non so perchè, non avevo mai provato.
La ricetta è quella delle rose del deserto che ho rivisitato a mio piacere e che perchò ribattezzo come "i pierini cornflakes"




ihihihih inutile spiegarvi il motivo della scelta del nome, pertanto non mi dilungo più e passo alla ricetta!

I PIERINI CORNFLAKES
Ingredienti:
240 gr. di farina 00
60 gr. di fecola di patate
100 gr di burro morbido a temperatura ambiente
140 gr di zucchero di canna
2 uova a temperatura ambiente
un pugnetto di ciliegie disidratate semicandite
buccia grattugiata di un limone bio
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito per dolci
corn flakes

zucchero a velo

Procedimento:
Tritare grossolanamente le ciliegie.

tagliere e coltello WDLife Style

Setacciare le farine con il lievito, versare nella ciotola dello sbattitore ed impastare con tutti gli ingredienti servendovi delle fruste a spirale.
Quando l'impasto risulta omogeneo e si staccherà dalle pareti, ricavare delle palline grandi quanto le noci e passarle e rigirarle in una ciotolina contenente i cornflakes premendo leggermente affinchè qualcuno finisca anche dentro.
Adagiare distanziati, in una teglia ricoperta di carta forno, ed infornare a forno già caldo (180°C) per circa 15-20 minuti.

Una volta raffreddati cospargere di zucchero a velo e mangiare...

P.S. Ho sperimentato di persona che pucciati nel caffellatte sono strepitosi!


Che dite, il nome dei miei biscotti, lo zione se l'è meritato? (^.^)


Ciao alla prossima!

Ah...! Se non siete ancora troppo stanchi, potrebbero interessarvi anche:


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.
Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved


Potrebbero interessarti anche

27 commenti

  1. Bellissimiiiiiiiiiiiii
    Ii tuo post e la ricettina come sempre stupendi !!
    Questi pierini mi daranno filo da torcere, per me sarà difficile trovare le ciliege!
    Ciao un bacione

    RispondiElimina
  2. ahahahhhahah che spaccio stupefacente tesoro!!!chissà che buoniiiiii

    RispondiElimina
  3. Hai fatto un film poliziesco di la verita' :-) l ho segnata la tua ricettina li voglio pucciare anche io nel latte! Bacioni

    RispondiElimina
  4. Qui si rischia la galera per poca frutta candita...ed il guaio e che è sempre a chi ha iniziato che va la pena peggiore. Quasi quasi scappo a Panama! :P ahahahhahahaha
    Buoni questi Pierini...degli ottimi biscotti da pucciare nel latte e caffè servito a Regina Coeli, vero ZioPiè?! ahahahhaha :D
    PS
    Nanni, Gaia e tutti gli altri invece sono ancora agli arresti domiciliari...fossi in te io mi darei alla macchia :) ahahahahaha

    RispondiElimina
  5. Che Buoni!!! Complimenti

    Valentina
    http://lincapace.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. Meraviglioso il viaggio che hanno fatto queste ciliegie!!
    e grazie per aver aggiornato l'albero dei trafficanti!! :-)
    Peccato per la tua impossibilità a mangiare il cioccolato, ma mi sa che pure la versione biscottosa merita, eh?!?

    RispondiElimina
  7. Delizioso, il post, il racconto e la ricetta. Da copiare!!! Un bacione

    RispondiElimina
  8. Ma sai che m'hai fatto venire un dubbio atroce e sono andata a controllare in dispensa? ^-^ pfui tutto a posto.... per fortuna le ciliegie sono ancora lì... quelle che mancano le ho mangiate io... si così "nature" sono strepitose! E la tua ricetta m'ha dato pure una bella idea... i tartufi neanche ci penso a rifarli... non sono all'altezza... però però qualcosina di buono l'ho tirata fuori e appena potrò posterò la mole di arretrato che giace nel mio pc...!

    RispondiElimina
  9. mamma mia che storia avvincente!!
    con una sceneggiatura del genere potresti ricavarne un bel film :-D

    comunque ottimi biscotti e bel modo di ovviare alla scarsità di ciliege per colpa del LADRI!

    RispondiElimina
  10. @sorbyy: Grazie Mari! Sei sempre splendida :) Se non trovi le ciliegie puoi sempre farli semplici (senza) oppure sostituirle con altro, ad esempio cioccolato o frutta secca... certo non avresti pierini ma... lunetti!!! eheheheheh

    @Lericetteditina: ihihihihih sapevo che il mio racconto sarebbe piaciuto :) erano buonissimi! infatti oggi o domani li rifaccio... senza ciliegie, però... ahimè!

    @Ombretta: ihihihih sì sto pensando di proporlo a qualche produttore ahahahah... ecco magari produttore di ciliegie disidrate semicandite ihihihih

    @Gambetto: ahahahahah ma ciao!!! Tranquillo per la galera: a limite chiedi il trasferimento nel carcere dove lavoro io, almeno ti segui i miei corsi! ahahahahah :))
    P.S. ottime le tue ciliegie, GRAZIE :)

    @Mary: grazie ;)

    @Valentina: grazie :)

    @Gaia: le ciliegie del Gamby meritavano un post del genere!!! :) Grazie a te per aver creato l'immagine... peccato che non avevo installato lo stesso font! Cmq ne ho conservate alcune, pertanto i tartufi li farò per non interrompere la clonazione! eheheheh

    @colombina: grazie mille!

    @Ginestra: e infatti ho cercato nel tuo blog ma non riuscivo a trovare la ricetta che avevi fatto... allora non ero l'unica ritardataria!!! :P non vedo l'ora di vedere cos'hai pasticciato e cosa farai ancora!
    P.S. nascondile bene le ciliegie, perchè se i tuoi le scoprono, sono spacciate in tutti i sensi!!! ahahahah

    RispondiElimina
  11. Molto buono i tuoi biscotti!!!!
    Un bacione
    Lu

    RispondiElimina
  12. ehehehheheh :) Questa storiella, neppure la conoscevo, ma credo che adesso si aggiungeranno altre ciliegine :)
    un abbraccio!
    b

    RispondiElimina
  13. Lunaaaaa, ma che carino questo post!!!! Troppo divertente!!!

    p.s mica male le foto ;)

    Baciuzz :))))

    RispondiElimina
  14. Che ridere!!! :-D Splendidi questi pierini!

    RispondiElimina
  15. Me ne passi uno???? con i primi freddi che arrivano accompagnati da un buon the' caldo saranno eccezzionali!! brava...baci baci.

    RispondiElimina
  16. le adoroooo!!!
    quando ci sono le fiere e trovo la bancarella della frutta disidratata e candita non so trattenermi e torno sempre a casa con un bel sacchettino misto. a me piacciono molto anche le fragole e l'ultima volta ho trovato una scorzetta che sembrava mela ma sapeva di lime, favolosa!
    mi hai dato proprio una bella idea: la prossima volta che faccio un dolce o dei biscotti ci metto pure io la frutta disidratata. complimenti :-)

    RispondiElimina
  17. E ringrazia che te ne hanno lasciata qualcuna!!!!!Qui avresti trovato il vuoto! Brava e bacio!

    RispondiElimina
  18. vabbè va, non ti denuncio solo perchè sei una delle cyberzie di nutellino!
    Però qualcuna ce la potevi mandare col corriere anche a noi!

    RispondiElimina
  19. Devi sapere che da buon pusher della zona non ho fornito soltanto la Gaiuccia ma... (colpo di scena!) anche Lia!!
    http://provarepergustare.blogspot.com/2011/03/disidratate-in-verrines-con-crema.html

    Peccato tu non possa godere delle bontà del cioccolato, sono però convinto che questi ottimi biscotti abbiano ampiamente compensato... ;-)
    Grazie e buona giornata!

    RispondiElimina
  20. Hanno un'aspetto veramente invitante....le adoro...bacini la stefy

    RispondiElimina
  21. ohhhhh e chissà perchè qui non sono mai venuta? rimedio oggi!!! che biscotti deliziosi e per una che ama il salato è già tanto, croccanti e golosini!!! baci e ora non mi scappi più :-)

    RispondiElimina
  22. mado' che storia.....meglio di una fiction...ahahaha troppo carina brava Luna!!!i pierini anch'essi troppo carini....baci

    RispondiElimina
  23. Ciao Maria Giovanna!Complimenti! Anche a casa mia avrei subito un furto di ciliegine...solo che mio marito e mio figlio le avrebbero finite!! Che bei biscottini, bravissima!
    Elisa D&C Spa

    RispondiElimina
  24. bello questo post e soprattutto buoni questi biscottiiiiiiiiiiii, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  25. io chiamo la polizia se non me ne mandate un pò! aahahahahaha :) golosi questi biscottini

    RispondiElimina

Ciao grazie per aver letto fin qui, è sempre un piacere leggere i vostri commenti. Li leggo sempre tutti anche se non sempre rispondo, ma generalmente lo faccio se mi vengono poste domande.
Tornate a trovarmi, vi aspetto!

da Instagram

Scrivimi

Nome

Email *

Messaggio *