Toast allo speck e formaggio con mostarda di pere

9:14:00 AM

Il "periodo dei morti", da noi, non è solo un periodo "magico" per i bambini, che prima con Halloween e poi con il 2 Novembre, ricevono regali e storie che i genitori tramandano ai figli. Da noi la sera di Ognissanti si lascia un cero acceso fuori dal balcone, e si racconta ai bambini che serve per illuminare la strada dei cari defunti. Il bimbo va a dormire tutto eccitato (dopo aver fatto una preghierina per loro), perchè se i nonni defunti ritengono sia stato bravo, l'indomani troverà un loro pensierino.
Io sono cresciuta senza aver conosciuto il mio nonno paterno, che è deceduto purtroppo 3 mesi dopo la mia nascita (niente battute, io non c'entro!!! eheheheh) e quindi per me il giorno dei Morti era un giorno molto speciale perchè mia nonna Fina non mancava mai di farmi trovare un regalino da parte del nonno e la vigilia era un giorno speciale per me, tant'è che spesso la vigilia dei Morti dormivo a casa sua, in quel lettone pieno di ricordi con un materasso tutto ripieno di lana (la lana vera, usata dai nostri nonni per riempire cuscini e materassi) e quei cuscini morbidissimi e stracolmi di piume d'oca, fatti in casa. I miei ricordi da piccola sono quelli lì... con me che sedendomi accanto alla nonna la riempivo di domande sul nonno, su mio padre quand'era piccolo... Adesso che sono grande evito di parlarle del nonno, non so perchè, forse voglio evitare che abbia malinconia, e allora a volte mi limito a domandarle di quando i miei zii e mio padre erano piccoli, parliamo di marachelle, di quali metodi si usavano una volta per curare i piccoli, ma soprattutto di cucina... non avete idea di quante volte mi sono fatta spiegare il segreto del "crescente" ovvero della pasta madre!!!
Mio figlio grazie a Dio ha ancora tutti i notti, ed è anche un bambino fortunato perchè ha anche alcuni bisnonni, e allora faccio come facevano i miei nonni materni con me: gli parlo dei bisnonni. Lui la sera prima lascia loro un disegno o una letterina e va a nanna. L'indomani trova i regalini, la risposta dei nonni e poi faccio come faceva mia mamma con me: prendo tutti i giocattoli (soprattutto quelli con cui non gioca tutti i giorni) e glieli metto tutti sul tavolo o sul tappeto, vicini, con le costruzioni costruisco qualcosa, insomma quando lui si sveglia la mattina è come se fosse il giorno di Natale, e per lui è un momento magico perchè sa che a preparare questa sorpresa per lui sono stati i suoi bisnonni.
Qualcuno non approva questa tradizione, però avendola io vissuta personalmente so che è un modo importante per i bambini per mantenere vive le tradizioni, i ricordi, gli affetti verso i nonni che non ci sono più. Mio figlio durante l'anno mi chiede spesso di andare al cimitero a fare visita ai nonni, e questo mi fa piacere perchè dei bisnonni defunti lui ne ha conosciuta solamente una, mentre gli altri sono solo racconti e fotografie e sono fiera di lui, che nonostante non li abbia conosciuti, gli vuole molto bene.

Vi dicevo che Novembre non è solo il mese dei Morti ma è anche l mese della raccolta delle olive.. e noi ne abbiamo parecchie da raccogliere (avendo i miei genitori un'azienda agricola ed essendo produttori di olio), quindi in questi giorni sono impegnatissima ad aiutarli ed il tempo per cucinare è pochino, ciò nonostante non manco di coccolarmi con qualcosa di sfizioso e veloce!
Per esempio il mio pasto ideale è questo toast... sapete come l'ho fatto? Vi ricordate del pane alla crema pasticcera? Ecco il toast è fatto con quello... io ho usato la stessa dose riducendo un pò lo zucchero (nonostante non sia proprio dolce).



TOAST ALLO SPECK E FORMAGGIO
Ingredienti:
fette di pane alla crema pasticcera
speck cotto
formaggio a piacere (io ho usato tuma)
mostarda di pere agrodolce (io ho usato Lazzaris)

Preparazione:
Inutile che ve la spieghi, no? :))

Bene adesso vi lascio perchè le olive mi aspettano!!!

Ahhh! Se vi resta un pò di tempo, vi invito a leggere qui per saperne di più sul mio progetto appena nato e soprattutto a partecipare!!!

Alla prossima!

Potrebbero interessarti anche

12 commenti

  1. buonissimo, poi la mia famiglia adora i toast..devo provare il pane alla crema. Buona raccolta, io pensa un pò abito in un posto che si chiama parco degli ulivi... :)

    RispondiElimina
  2. Buoniiiii anche noi siamo pazzi per i toast!!! ho sbirciato sotto e sono rimasta piacevolmente sorpresa: complimenti!!! baci da agata

    RispondiElimina
  3. Ma che idea geniale! Bravissima! Un bacione

    RispondiElimina
  4. secondo me le tradizioni devono continuare ad esistere...e aggiungo w i nonni!!!io sono legatassima a loro ed è amche grazie a loro che ho dei ricordi bellissimi della mia infanzia:)
    buonissimo il toast!!!

    RispondiElimina
  5. ma che gusti particolari insieme..mi incuriosisce..poi lazzaris è una garanzia..a me piacciono molto i suoi prodotti..

    RispondiElimina
  6. ma invece è una bellissima tradizione! da noi non si usa proprio... anzi è una festa che passa molto inosservata.
    credo sia bellissimo mantenere vivo nei bimbi il ricordo dei nonni o dei parenti che non ci sono più.

    RispondiElimina
  7. Ciao Luna! Anche nella mia famiglia a PA e in quella di mio suocero a CL siamo impegnati con la raccolta delle olive e con le visite al frantoio, ma che delusione!! i frantoi sono ormai tutti industriali e meccanizzati.. l'olio però è ancora buono :)
    un bacio

    RispondiElimina
  8. grazie per averci raccontato una parte di te....baci. cara.

    RispondiElimina
  9. mmmm...che delizia!Bacioni!

    RispondiElimina
  10. Nonostante tutte le delizie gustate ieri....coin questa ricetta mi è tornata la fame :D , baci, Flavia

    RispondiElimina

Ciao grazie per aver letto fin qui, è sempre un piacere leggere i vostri commenti. Li leggo sempre tutti anche se non sempre rispondo, ma generalmente lo faccio se mi vengono poste domande.
Tornate a trovarmi, vi aspetto!

da Instagram

Scrivimi

Nome

Email *

Messaggio *