Ricetta Cardi in pastella

5:15:00 PM

Passato bene il S. Natale? Fatte le riunioni di famiglia? Giocato a carte? Avete magnato? Ma soprattutto... avete cucinato? Io sì, insieme alla mia mamma, e infatti sono qui per mostrarvi uno dei piatti tipici delle festività natalizie siciliane: i cardi in pastella.


Nelle nostre tavole questi non mancano mai, in particolare alla vigilia di Natale e stranamente prima d'ora non avevo creato un post per parlarvi di questa tradizione siciliana, la verità è che fino ad ora ho esitato perchè non c'è una ricetta con le dosi, infatti essendo una ricetta che si tramanda da mamma in figlia da generazioni, si è sempre fatto tutto ad occhio, anche perchè essendo una ricetta di tradizione, si è sempre avuto l'occhio in merito alla consistenza della pastella.

CARDI IN PASTELLA
Ingredienti:

Cardi

farina di semola di grano duro
uova
sale
aglio
acciughe
pepe nero
menta fresca
rosmarino
formaggio grattugiato

qualcuno mette anche una puntina di lievito di birra

acqua calda

olio per friggere

Preparazione:
Prima di tutto pulire e privare di eventuali spine e filamenti i cardi, quindi lessarli. Mia madre li lega a mazzetti con del filo, poi li lessa in acqua bollente dove aggiunge sale e spicchi di limone. Scolarli e farli raffreddare. Quest'operazione può essere fatta anche con qualche ora (anche giorni) d'anticipo.

Preparazione della pastella: in un recipiente capiente mettere la farina, al centro della quale versare le uova, salare, pepare, qualche cucchiaio di formaggio, menta tritata, rosmarino, aglio a pezzettini sottili ed acciughe. Lavorare con la forchetta ed aggiungere via via dell'acqua calda a filo e lentamente. La consistenza dev'essere liscia e morbida ma non liquida perchè deve potersi attaccare alle verdure.
Assaggiare di tanto in tanto per verificare che sia saporita e che si sentano tutti gli ingredienti aggiunti.

Tagliare i cardi a metà nel senso della lunghezza, e se sono troppo lunghi, anche in larghezza. Tuffarli nella pastella, quindi con l'aiuto di un cucchiaio raccoglierli e adagiarli nella padella con l'olio caldo (ma non fumante!). Sistemarli con l'aiuto di una forchetta, schiacciarli in modo da farli ben aderire e se occorre aggiungervi sopra qualche cucchiaio di pastella.
Friggere da entrambi i lati.

Mangiati ancora caldi sono strepitosi, ma di solito da noi si friggono nella mattinata del 24 Dicembre o nel primo pomeriggioe poi la sera si scaldano o si mangiano a temperatura ambiente.

Purtroppo blogger fa i capricci (motivo per il quale se continua io cambio piattaforma!!!) non mi fa caricare foto nè dalla piattaforma Blogger nè da Flickr: avrei voluto inserire quest'immagine, peròha preso questa qui sotto, che spero renda l'idea





Anche se le dosi da me indicate sono ad occhio vi consoglio di provare a farli, magari in piccole dosi: la pastella può essere usata con qualunque verdura, non occorre per forza usare i cardi. Sono certache non ve ne pentirete :)

Alla prossima e buon proseguimento di feste!

Potrebbero anche interessarti:



N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.
Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

Potrebbero interessarti anche

14 commenti

  1. adoro i cardi, in piemonte quelli gobbi vengono gustati a crudo la notte dell'ultimo dell'anno con la bagna càuda e sono specialissimi... pastellati non li ho mai provati ma lo faccio di certo... un accorgimento se vuoi, fai la sbianchitura (qualche cucchiaio di farina 00 nell'acqua salata) quando li fai bollire, toglie meglio l'amarognolo ^^ un bacione

    RispondiElimina
  2. ma sai che io non li ho mai mangiati??? li faceva mio nonno mi racconta spesso la mia mamma ma non hanno tramandato pero' questa tradizione..chissa' perche'...sembrano molto buoni e poi quella pastella deve essere eccezionale....Buona feste ancora e un caro saluto da una Catania gelida!!!

    RispondiElimina
  3. Anche io non li ho mai mangiati, chissà come sono buoni cosi!
    Grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
  4. da secoli non li mangio, un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. I cardi mi piacciono e in pastella ancora non li ho mai provati, buoni! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. mai assaggiati ma sembrano deliziosi, e poi vado sul sicuro se cucinati dalla lunetta!!! complimenti! phiu e passato anche il natale.... ora arriva il capodanno!! evviva! ancora cibo!!

    RispondiElimina
  7. Che buoni, io li faccio a cotoletta, mai provati impastellati! Gnammmm!!!

    RispondiElimina
  8. @Blu notte: invece io non li ho mai mangiati con la bagna càuda! ahahahah scambiamoci le ricette, và! ihihih grazie per la dritta in merito alla sbianchitura, noi utilizziamo il limone per la stessa ragione :) lo preferiamo per motivi di celiachia in famiglia...

    @Scarlett: ciao biddazza!Come stai? Ma com'è possibile che non hai mai mangiato i cardi?? DEVI rimediare subito...! :P quando vai al mercato comprali e cucinali come in questo post... vedrai, creano dipendenza! :P

    @Fabiola: Idem come sopra: come fa una siciliana a privarsi dei cardi? Anche tu, esci a comprarli e preparaliiii!ehehehehh baci

    @Simona: sono buonissimi, ti consiglio di provarli, non te ne pentirai!

    @Silvia: provali! Invece come li cucini tu?

    @Giulia: DEVI provarli!!! Altro che cibo scozzese! ahahahahah

    @Elisa: cioè impanati e fritti? Bbbbooooni! Mai fatti ma immagino! ;)

    RispondiElimina
  9. Che buoni i cardi!! In pastella devono essere favolosi , eccellente ricetta!!!Ti faccio tanti auguri di Buone feste, Clementina.

    RispondiElimina
  10. Smak tesoro!! I tuoi cardi uno spettacolo , copiata la ricettina.
    Non sei riuscita a vedere questa vecchina?
    Se ce la faccio fra un pò le metto sull'album di alf Ciao Buon anno e un bacione a corrado Maria

    RispondiElimina
  11. Hai ragione un classico della cucina siciliana molto buono :-) Grazie mille per gli auguri Luna, buon 2012 a te. Bye Debora

    RispondiElimina
  12. Ciao Luna cara...ti assicuro che l'immagine rende perfettamente l'idea!!! E' una ricetta strepitosa...bè in effetti non è Natale se non si frigge vero??
    Brava brava,bisogna tramndare queste tradizioni altrimenti di questa bellissima Italia ci toglieranno tutto!!!
    Buone feste cara...all'anno nuovo!!!

    RispondiElimina
  13. La tua ricetta è un po' diversa dalla mia e mi incuriosisce, poi questo è un piatto che mi emoziona perchè in famiglia, durante le feste li faceva sempre e solo mio nonno erano la sua specialità! Ti auguro un felice Natale!

    RispondiElimina

Ciao grazie per aver letto fin qui, è sempre un piacere leggere i vostri commenti. Li leggo sempre tutti anche se non sempre rispondo, ma generalmente lo faccio se mi vengono poste domande.
Tornate a trovarmi, vi aspetto!

da Instagram

Scrivimi

Nome

Email *

Messaggio *