Ricetta della piadina romagnola

12:20:00 AM

Ci credereste che non avevo mai fatto la piadina romagnola prima di quest'anno?  Sì perchè non appartiene alla cucina siciliana e anche se le piadine si reperiscono facilmente nei supermercati già pronte, io non le ho mai comprate perchè non sapevo proprio come mangiarle... qualcuno di voi avrà certamente sorriso leggendo la frase precedente, ma sono certa che qualcuno, invece, sarà rimasto allibito da una simile affermazione... eppure è così!!! 
La curiosità per la piadina è nata quest'anno ed avevo già fatto un primo esperimento che però non mi aveva soddisfatta abbastanza. Questa sera mi è venuta voglia di riprovare le piadine e allora mi sono tuffata nel web alla ricerca della vera piadina romagnola. Con mia grande delusione però ho scoperto che come tutte le preparazioni antiche, esistono tante versioni di solito diverse di famiglia in famiglia e tramandate da madre in figlia. E' per questo che sono rimasta per ore a studiare le varie ricette trovate in giro e sui libri, infatti ho scoperto che la piadina romagnola può essere impastata con il latte, con il vino, con l'acqua naturale e pure  con quella frizzante, ci si può mettere lo strutto come l'olio... insomma c'è l'imbarazzo della scelta. Però non ho voluto sbagliare questa volta, e allora mi sono affidata ad una ricetta che sicuramente è stata collaudata, ed è stata collaudata in tv, infatti ho eseguito la ricetta di Carlo Lucarelli pubblicata nel libro "chef per un giorno" pubblicata dalla Casa editrice Kowalski.




PIADINA ROMAGNOLA
Ingredienti:
1/2 Kg. di farina 00
latte (quanto basta, io ne ho messo 250 ml tiepido)
150 gr. strutto (l'ho messo a temperatura ambiente)
un pizzico di bicarbonato
un pizzico di sale

Preparazione:
Per la preparazione dell'impasto ho impastato con il mio impastatore, quindi ho versato tutti gli ingredienti nella ciotola ed ho azionato col programma "impasta".  Naturalmente si può benissimo impastare a mano, ed in entrambi i casi l'impasto da ottenere dev'essere morbido ma consistente, qualcuno mi ha suggerito "morbido come il lobo di un orecchio".
Terminata la fase d'impasto, prelevare delle palline e stenderle sottilmente su un piano infarinato. Lucarelli non l'ha specificato, però io ho diviso l'impasto in palline ed ho coperto con pellicola, ponendo prima a riposare per circa mezz'oretta.
Porre a cuocere le piadine nella padella calda (io ho usato una padella per crepes) fino alla comparsa delle tipiche bollicine bruciacchiate.

A differenza di Lucarelli, non sapendo dove reperire lo squacquerone, ho preferito farcire di salame, primosale e pomodoro a fettine ed anche con pomodoro, mozzarella ed iceberg.

fatele perchè sono buonissime ed a differenza delle prime che avevo fatto, la consistenza è talmente morbida che una volta stesa non tende a ritirarsi. 

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.
Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

Potrebbero interessarti anche

16 commenti

  1. adoro le piadine.. le faccio spesso sai?? non so se la mia ricetta sia quella vera ma ormai sono anni che la faccio che mi trovo benissimo :P anzi.. domani mi sa che le fo eheheh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e linkala la tua ricetta, così confrontiamo!!! :) Ciao bedda, buone piadine!

      Elimina
  2. Complimenti per questa meravigliosa ricetta, ti ho appena inserita nell'elenco dei partecipanti! In bocca al lupo! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara, in bocca al lupo per il contest, e... non essere troppo cattiva col giudizio! eheheheh ciaooo

      Elimina
  3. ...eeee, se non hai mai provato la piadina con lo squacquerone.. allora non si cosa ti perdi!

    :D :D :D

    Prova a sostituirlo con lo stracchino, quello più cremoso che riesci a reperire ;)

    Bacioni dallo Zio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. miiiii non mi dire così! Ed io che ero tutta contenta di aver fatto la piadina pensando che finalmente avevo scoperto cosa mi ero persa... con te sono punto e a capo! ahahahahah
      grazie pe la dritta, proverò presto!
      Baciotti!

      Elimina
  4. La tua piadina è strepitosa, ma io da brava ragazza che ha passato l'infanzia a Riccione dalla nonna che ci ha vissuto una vita.... la piadina di Riccione (che è diversa dalle altre) faccio con acqua e strutto...... e la mangio anche con la nutella :P...oltre che con prosciutto e squacquerone :PPP , brava sei stata bravissima ...hai fatto un gran bello studio...baci, Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Flavia detto da te è proprio un onore! :) Sì immaginavo che la ricetta originale fosse la versione strutto-acqua, comunque la mia era buonissima e pure io l'ho mangiata in versione dolce, con marmellata! ihihihih che golose che siamo!
      bacioni e grazie!!!

      Elimina
  5. mi sembra assolutamente perfetta! anche io non l'ho mai fatta :) ci farò un pensierino! bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devi assolutamente provare!!! :)

      Elimina
  6. Anch'io da anni raccolgo ricette di piadine e non le faccio mai...proverò la tua! Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale sono rimasta stupita dalla semplicità! Più veloci anche delle crepes. :) Provale!!! Ciaooo

      Elimina
  7. cara io da tempo che non le faccio mi hai fatto venir voglia, baci...

    RispondiElimina

Ciao grazie per aver letto fin qui, è sempre un piacere leggere i vostri commenti. Li leggo sempre tutti anche se non sempre rispondo, ma generalmente lo faccio se mi vengono poste domande.
Tornate a trovarmi, vi aspetto!

da Instagram

Scrivimi

Nome

Email *

Messaggio *