Ricetta | Culurgionis ogliastri con videotutorial - Ricetta senza uova

7:00:00 AM

Avete capito di cosa vi sto parlando?
Qualcuno li chiama is “culurgionis”, altri is culingionis, oppure culurzones o ancora is culurgiones,  mentre la prima volta che li ho sentiti nominare qualche anno fa, mia suocera li ha chiamati culargiones,  ricordo di una bellissima sua vacanza in Sardegna. 


Fino ad oggi anch'io li ho sempre chiamati come mi ha insegnato mia suocera, ma quando ho voluto realizzarli mi sono documentata per benino.
Si tratta di fagottini di pasta fresca, chiusi a mano con chiusura "a spiga", tipica dell'Ogliastra.
Non li avevo mai visti fare, e neppure mia suocera che invece li ha imparati da una signora sarda, li chiude in questo modo, quindi per imparare a fare i culurgionis ogliastri ho dovuto studiarli molto bene. Pensate che ho visualizzato decine di volte i video caricati sul web per capire come realizzarli in modo più fedele possibile. Anche circa la ricetta ho cercato di seguire il più fedelmente possibile la tradizione degli ingredienti, a meno delle dosi perchè si sa che le ricette più sono antiche più ogni famiglia le ha personalizzate. Unica mia variante, dato che non amo molto il formaggio pecorino e/o caprino, è stato l'utilizzo del formaggio svizzero sbrinz.



CULURGIONIS OGLIASTRI


Ingredienti:  
Per la pasta (ho utilizzato le proporzioni della mia pasta di semola senza uova):

1/2 kg di farina di semola rimacinata di grano duro
250 ml (circa) di acqua tiepida
1/2 cucchiaino da caffè di sale
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
Per il ripieno:
1 kg circa di patate
500 g formaggio grattugiato (io ho usato sbrinz svizzero)
6 cucchiai di olio extravergine di oliva
3-4 spicchi d'aglio
1 mazzetto di menta fresca
sale





Preparazione:

Lessare le patate. Personalmente affinché siano di consistenza più asciutta, io preferisco cuocerle al microonde. Ecco come faccio: le lavo bene con tutta la buccia, le bucherello con la forchetta (1-2 volte) quindi le inserisco in un sacchetto per congelare (adatto anche alla cottura in microonde) con qualche goccia d'acqua e cuocio in microonde a 750 W, per circa 7 minuti (dipende dalla grandezza delle patate). Far intiepidire, sbucciare e schiacciare.


Preparare la pasta: nella ciotola dell'impastatore, versare la farina con il sale e metà quantità dell'acqua. Avviare impastando con il gancio ed aggiungere acqua a filo, man mano che l'impasto la assorbe. Aggiungere anche l'olio extravergine di oliva e continuare a lavorare finché l'impasto non avrà raggiunto la consistenza della foto e si staccherà dalle pareti della ciotola. Avvolgere in un foglio di pellicola (o in un contenitore chiuso) e mettere da parte.

Preparare il ripieno.
Alle patate schiacciate, aggiungere un mazzetto di menta fresca  tritata finemente, il formaggio sbrinz grattugiato, l'aglio il sale e l'olio.
Prelevare pezzetti d'impasto, spianarli ricavandone una sfoglia sottile. Io ho usato la cosiddetta nonnapapera. Ricavare dalla sfoglia dei dischi di diametro 7 cm circa.


Io non avendo un tagliapasta di quelle misure, ho usato una zuccheriera d'acciaio (a mali estremi... eheheheh). 
Su ogni disco di pasta, adagiare un cucchiaino generoso del ripieno preparato precedentemente quindi procedere alla chiusura tipica dei culurgionis ogliastri, che è difficile da spiegare a parole, ma è facile da capire se visti fare. Per questo motivo ho preparato per voi un video tutorial. 


Video tutorial per realizzare i culurgionis ogliastri


Una volta pronti i culurgionis ogliastri, possono essere cotti in abbondante acqua salata. Cuociono pochi minuti, infatti non appena salgono a galla, sono pronti.  

Io li ho conditi con del semplice sugo di pomodoro al basilico, perchè non ho voluto coprire i sapori del ripieno.



Mi sono talmente divertita che ho pensato di realizzare anche dei mini-culurgionis per il mio bambino, utilizzando come tagliapasta una tazzina da caffè.








Potrebbero anche interessarti:



N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche. Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

Potrebbero interessarti anche

22 commenti

  1. brava per dire che non sei sarda te la sei cavata benone. Avresti solo dovuto stringere un pochino di più la spiga, ma per il resto sono veramente bellissimi

    RispondiElimina
  2. Bravissima! Grazie per la ricetta della pasta senza uova, mi serviva per fare i ravioloni di zucca. Baci

    RispondiElimina
  3. Sei bravissima!!! e chissà come sono buoni!

    RispondiElimina
  4. ma io li adorooo i culorgi ...! é da mò che tento di replicarli ma nun ce riesco mai! userò il tuo fantastico video tutorial!

    RispondiElimina
  5. Mamma mia che brava, complimenti !
    Buon fine settimana
    Mandi

    RispondiElimina
  6. Fino a che non ho visto il video non avevo capito come li chiudevi diciamo è quasi come fare una treccia ma con due fili non tre devono anche essere mooolto buoni.
    Se mi viene un flash penso che li farò ma devo tenere bene in evidenza il video....grazie e buona domenica

    RispondiElimina
  7. Waooo, mi inchino alla tua bravura, post completo.
    baci

    RispondiElimina
  8. ti sono venuti proprio bene, slurp! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  9. ma che brava^^ nn avevo mai visto questa pasta troppo caruccia...chissà se riesco a farla? ci devo provare^^

    RispondiElimina
  10. Sono inacantata!Il video è chiarissimo, comlimenti er la manualità e l'immensa azienza!
    Un bacione!!!

    RispondiElimina
  11. Come avrai notato, la P della mia tastiera oggi vuole scioerare!

    RispondiElimina
  12. Grazie per il tutorial, li avevo già visti, ma non avevo mai capito bene come si chiudevano...bisogna assssssolutamente provare!!

    RispondiElimina
  13. Looks really special! Great idea! Thanks!

    RispondiElimina
  14. Io non li ho mai mangiati ma non ho dubbi che sono fantastici!!
    Bravissima

    RispondiElimina
  15. ottimi! ne mangerei a non finire!:-)

    RispondiElimina
  16. Luna sei stata bravissima, parlo da sarda doc, quindi i complimenti sono davvero sinceri , chiuderli non è semplice neanche per me che nonostante ci abbia provato diverse volte non vengono mai come vorrei i tuoi davvero lo dico hanno una chiusura perfetta da invidia , buona naturalmente)...una pecca pero' la dovrei fare il formaggio da utilizzare aime' deve essere il pecorino quello si per il resto SUPER BRAVA... Giovanna

    RispondiElimina
  17. Tra le due ricette non so quale mi ha scatenato di più la fame, però ti faccio qui i complimenti perchè hai fatto dei ravioli con una forma perfetta!! Bravissima!!

    RispondiElimina
  18. Per me con questa ricetta hai vinto tu! Pi stà vota e basta però

    RispondiElimina
  19. Bellissimo il video!!! :D Il procedimento è chiarissimo!!
    Anche tu li fai ripiegandoli verso l'interno...ho visto un video su youtube in cui viene una specie di "cucitura" a rilievo!!

    RispondiElimina

Ciao grazie per aver letto fin qui, è sempre un piacere leggere i vostri commenti. Li leggo sempre tutti anche se non sempre rispondo, ma generalmente lo faccio se mi vengono poste domande.
Tornate a trovarmi, vi aspetto!

da Instagram

Scrivimi

Nome

Email *

Messaggio *