Olio al basilico | ricetta facile

11:28:00 PM


La ricetta di oggi la adoro! Si tratta di un olio aromatizzato al basilico che non pensavo venisse così profumato. In casa piace moltissimo, lo utilizzo per profumare i miei piatti di basilico fresco nei periodi nei quali mi riesce difficile reperirlo. 

                              




OLIO AL BASILICO
Ingredienti
olio extravergine di oliva biologico (io ho usato l'olio nuovo, appena spremuto)
basilico fresco biologico

Preparazione
Lavare, pulire ed asciugare il basilico. Quindi immergerlo in un vasetto  semipieno di olio di ottima qualità, facendo attenzione che tutte le foglie di basilico siano interamente unte d'olio. Una volta inserito tutto il basilico previsto, aggiungere dell'altro olio fino a coprire tutto il basilico.
Far riposare per qualche settimana.

Io tengo il barattolo in frigo.
Mi piace più conservare il mio basilico così, piuttosto che congelarlo, perchè le foglie mantengono il colore del basilico fresco, non si scuriscono come invece accade per il basilico congelato.

Utilizzo quest'olio a crudo per completare i piatti e donare loro un fantastico profumo di basilico fresco. 

Provatelo e poi mi direte!



Questo è l'ultimo post del 2012, il post sul quale ho molto riflettuto, non per la ricetta bensì per l'introduzione...  Da molti mesi ormai tengo per me delle considerazioni che oggi voglio esternare, forse perchè finalmente si conclude un anno molto difficile sotto tanti punti di vista, forse perchè domani sera, il tizio che ricopre la carica di Presidente della Repubblica, leggerà il suo discorso di auguri al popolo italiano... e allora io qualche sassolino dalla scarpa voglio togliermelo, prima che l'anno si concluda... non sarò il Presidente della Repubblica in TV, ma io il mio discorso voglio farlo ugualmente perchè voglio dire pubblicamente che, secondo me i politici italiani (tutti) stanno mandando in rovina il popolo italiano!
Come diceva Churchill "Una nazione che si tassa nella speranza di diventare prospera è come un uomo in piedi in un secchio che cerca di sollevarsi tirando il manico" e io credo che non occorrea una laurea per capirlo, mi chiedo come abbiano fatto i plurititolati, superprofessori di Università prestigiose a non averlo capito prima... prima di costringere le Aziende a licenziare personale, prima di costringerle a chiudere, prima che padri di famiglia si trovassero senza lavoro, prima che malati si trovassero nelle condizioni di non potersi curare, prima che qualcuno addirittura si togliesse la vita, prima che molte famiglie perdessero la casa perchè non potevano più pagarla, prima che molta gente fosse costretta addirittura a vendere i propri beni più preziosi...
E allora per quale motivo domani, dovrei far parte delle persone che staranno col naso incollato alla TV, cosa potrebbe mai dire Napolitano per poter sollevare il morale della gente disperata? Nulla. E quindi non lo ascolterò, magari spegnerò il televisore, perchè il suo falso discorso non merita neppure che gli italiani debbano sprecare dei soldi di elettricità per sentire le sue fesserie.
Ciò che vorrei sentirmi dire domani sera, non lo sentirò nè domani sera nè mai, perchè ormai non si fa più politica per gli ideali ma solo per i soldi! 
Cosa vorrei sentirmi dire? 
Prima di tutto vorrei sentirmi dire che saranno eliminate le pensioni parlamentari: ogni parlamentare ha/ha avuto il suo lavoro e di conseguenza avrà diritto alla pensione relativa. Trovo che sia inconcepibile il fatto che per pochissimi anni di carica, sia riconosciuta una pensione! Ma stiamo scherzando? Io trovo che la carica di un parlamentare sia come un CONTRATTO A PROGETTO, un contratto per il quale, VOI, carissimi Parlamentari, non avete previsto nessun diritto, neppure la malattia. E allora perchè per il vostro CONTRATTO A PROGETTO dovrebbero essere previste pensioni milionarie?

Mi piacerebbe sentirmi dire che gli stipendi dei parlamentari saranno gli stessi di un impiegato di un qualunque Ufficio pubblico, uno stipendio di poche migliaia di euro e non uno stipendio mensile che corrisponde ad uno stipendio annuale della gente comune.

Vorrei sentirmi dire che chi ha lavorato onestamente per tutta la sua vita ed ha raggiunto i suoi anni contributivi dovrebbe poter andarsene in pensione, sì perchè ci sono certi mestieri che non si possono fare fino a 70 anni e comunque non è giusto che chi abbia lavorato e versato 35 anni di contributi non possa andarsene in pensione perchè non ha l'età. Chi ha lavorato per 35 anni non può finalmente godersi i pochi spiccioli di pensione e voi, anche con 2 anni di carica dovreste beccarvi la pensione parlamentare?

Vorrei sentirmi dire che le Aziende saranno agevolate in modo da essere nelle condizioni di offrire lavoro... 

Sono tantissime le cose che vorrei sentirmi dire per essere rassicurata, per convincermi del fatto che dovrei sentirmi fiera di essere italiana e non, invece, vergognarmi di esserlo, desiderando addirittura di lasciare la mia Nazione. 
Vorrei poter guardare lontano e vedere che chi non ha un lavoro lo troverà, che chi ha un mutuo riuscirà ad estinguerlo senza perdere la dignità e senza elemosinare, vorrei che gli anziani non andassero a rubare una fettina di carne al supermercato, vorrei che le mammografie siano gratuite  per tutte le donne, perchè ne conosco tante che per non affrontare la spesa, non si sottopongono a quest'esame che fatto per tempo, potrebbe salvare loro la vita. Vorrei che per un esame medico non si debbano attendere mesi su mesi, vorrei che il carburante non costasse così tanto, perchè nelle grandi città è facile muoversi con i mezzi pubblici, ma ci sono posti dove per spostarti devi per forza prendere la macchina e le spese sono eccessive, vorrei che un pacco di pannolini costasse di meno, perchè voi, cari politici dei miei stivali, siete complici del decremento demografico (la gente sta morendo di fame e non può mantenere dei figli!), vorrei che le bollette fossero meno care così come vorrei che gli articoli al supermercato costassero di meno. 
ATTENZIONE! Non sto chiedendo cose da "Alice nel paese delle meraviglie" sto solo chiedendo di poter vivere dignitosamente. Perchè non è normale la vita che il nostro sistema ci sta portando a vivere. Mi guardo in giro e non faccio altro che vedere gente in mobilità, gente disoccupata, in cassa integrazione, gente che si priva di comprare alimenti principali come la carne, addirittura le medicine, gente che ha lavorato per tutta la vita e che va a mangiare alla Caritas perchè non arriva a fine mese, chi va in giro con le scarpe rotte, chi non si compra una dentiera per risparmiare, chi fa il giro dei negozi alimentari all'orario di chiusura per farsi regalare il cibo fresco che è rimasto dalla giornata (dal panettiere, dal macellaio, al bar e nelle rosticcerie), chi lavora si ritrova 200€ in meno dalla busta paga.

Quel che è peggio, è che questi evidenti problemi economici, si ripercuotono ovviamente sull'umore della persona e di conseguenza su quello di tutta la famiglia... la gente è sempre arrabbiata, triste, pensierosa. Non si sorride più, non si parla più, si litiga. 

Carissimo Presidente della Repubblica, cosa potrebbe dire Lei, domani sera nel Suo discorso, che possa portare speranza negli italiani?
NIENTE... perchè il primo ad usufruire dei benefici che le Leggi prevedono per Voi "pezzi grossi" è Lei! 
Io potrei avere stima ed ascoltare con speranza le parole di una persona che rinuncia ai benefici ed allo stipendio che la carica ricoperta comporta, ma questo non accadrà mai, ecco perchè io domani non ascolterò il suo falso discorso ipocrita.



Bene, l'ultimo post dell'anno, non mi resta che farvi i miei Auguri per un 2013 che porti a tutti noi salute, serenità, lavoro e denaro! Che tutti i desideri che abbiamo nel cuore possano avverarsi.
Auguri a voi ed alle vostre famiglie.


Gli auguri scherzosi che ho preparato a gran richiesta sulla mia fanpage

Noi ci rileggiamo l'anno prossimo! :D


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche. Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

Potrebbero interessarti anche

17 commenti

  1. ciao Luna, deve proprio essere profumato questo olio, credo proprio che lo preparerò non appena avrò il mio basilico nell'orto! invece a proposito del tuo sfogo sei stata portatrice del pensiero di tanti, me compresa, che lavorando al mercato ho il contatto con il popolo, quello che si arrabbatta per superare un giorno alla volta.. che tristezza! chiediamo poi una cosa che di diritto ci spetta, credo: la DIGNITA' di uomo e donna! sperando che l'anno che viene sia migliore di questo, ti auguro tante belle cose! un abbraccio JO

    RispondiElimina
  2. Brava é propio il mio pensiero.Marco Galantucci

    RispondiElimina
  3. ciao, bella idea l'olio al basilico,
    quello profumato e biologico naturalmente,
    ciao Andrea

    RispondiElimina
  4. L'olio L'ho assaggiato ed é buonissimo!!
    Per quel che riguarda il pensiero politico, sono assolutamente d'accordo! Ci sono paesi al mondo -come l'Australia- dove non c'é la crisi che c'é in Europa, e questo perché le risorse del paese vi sono meglio distribuite. In Australia ogni parlamentare, una volta in pensione, percepisce la pensione che avrebbe comunque percepito se non avesse fatto politica. Perché di considera che avrebbe potuto risparmiare per la vecchiaia, quando percepiva i grassi stipendi da parlamentare. Inoltre in Australia non é possibile ottenere un mutuo per l acquisto di un bene immobile qualora se ne possegga già uno (se vuoi comprarti una casa nuova, non hai che da vendere quella vecchia prima di chiedere il mutuo) e cose del genere. Non mi ricordo più in wusle altro paese (il Paraguay o l Uruguay credo), il Presidente ha deciso di rinunciare allo stipendio da parlamentare: è un presidente amatissimo dal suo popolo e molto seguito. Anche più vicino a noi abbiamo degli esempi di buona gestione, come la Svizzera. Ma non c'é peggior cieco di chi non vuol vedere.....

    RispondiElimina
  5. APPROVO, CONDIVIDO E SOTTOSCRIVO...ormai è anni che nn seguo più il discorso dei geppetti vari (anche se nn tutti sono stati uguali a questo), vogliono essere al passo con i tempi, imitare società politiche di alrti stati, affidarsi a stili di vita di altre comunità, ma fanno solo danni... La scena bella è stata il taglio delle spese del quirinale... certo peccato sia durato un nulla... La mano destra nn sa quel che fa la mano sinistra appunto... da una parte toglie e dall' altra raddoppia... Siamo noi che votiamo queste persone riponendo in loro la nostra fiducia e speranza... ecco morto e sepolto tutto grazie a loro... niente incentivi a rialzarsi, niente prospettive per reinventarsi, niente di niente... la gente è davvero esasperata e questi nn vedono che le loro tasche dal primo all' ultimo!!!
    Idea fantastica quella dell' olio (la cucina è l' unico privilegio/vizio che nn riusciranno mai a toglierci... anche pane e formaggio è un buon mangiare)
    Tiziana

    RispondiElimina
  6. Io avrei voluto sentire solo che chi ha sbagliato pagherà e invece a pagare siamo sempre noi... a partire dall'autostrada che, allo scadere della mezzanotte, è aumentata.....quasi a ricordarci immediatamente, se per caso l'avevamo dimenticato durante il brindisi, che chi nasce incudine non sarà mai martello.
    Ma tanto lo sai che con me sfondi un portone...
    Però io voglio augurarti un anno pieno e meraviglioso, nonostante le avversità esterne, BUON ANNO!!!
    Valeria

    RispondiElimina
  7. Luna se ti candidi io ti votoooooooooooooooooooooooooo ;) (A me serve solo un lavoro, lo sai) Buon ANNO, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  8. Bel discorso sarebbe da stamparne 1000 copie e mandarle a quei, chiamiamoli cosi.. onorevoli, ma che di onore non hanno niente anzi faccio una bella cosa copio il tuo discorso e lo incollo nella mia bacheca e in tutte le bacheche che posso mettere sperando che a furia di condividere qualche ONOREVOLE.. lo possa leggere ciao e complimenti.
    Ops mi sono perso un po' bella ricetta..

    RispondiElimina
  9. Un discorsetto che non fa una piega, richieste che combaciano con i miei pensieri. E' ora che ci svegliamo e ci mouviamo a metter sottosopra questo balordo sistema che sta portandoci ala deriva di un isola deserta. E' ora che i politici siano più che dimezzati, è una vergogna tutta italiana esser presi per il culo da popoli e governi altrui: Sprechi, tasse, arrivisti in carriera, donne da arrampicata a coscie aperte, viziosi pseudopedofili, appropiatori di denaro pubblico per scopi personali ecc.
    Riguardo al tuo olio ti faccio i complimenti, è come tener anche nei colori il caldo sole estivo che profuma di Basilico!!

    RispondiElimina
  10. Discorso eccellente, ma che non uscirà mai dalla bocca di un qualsiasi politico italiano, purtroppo

    RispondiElimina
  11. Antonella Tempera
    Pienamente d accordo con tutto ciò che hai scritto. Anchio come te mi sono rifiutata di acoltare il discorso di Napolitano.
    Complimenti per l olio al basilico. Io lo preparo anche con il rosmarino.

    RispondiElimina
  12. Ciao Luna, avevo salvato il tuo articolo nei preferiti perchè necessitavo di tempo per leggerlo accuratamente. Le tue parole esprimono il dissenso e il famoso malcontento generale (che nei testi scolastici si cita sempre) che ormai la maggior parte di noi vive. Vengo dal sud, da Napoli, e non sto a raccontati quanto questa crisi ci ha piegato in due se non in quattro. Nei giorni di "festa" ho visto i negozianti stare aperti con la musica a tutto volume per cercare di attirare la gente; in questi giorni di saldi i negozi sono vuoti e ci sono prezzi veramente da far gola, ma la realtà è sempre la solita.
    Il mio conterraneo - leggi Presidente - garante integerrimo della Costituzione per me non ha più alcun valore né in quanto carica né in quanto uomo. La C. è formata da numerosi articoli tra i quali ce n'è uno che sancisce l'importanza per il lavoratore di percepire uno stipendio che gli consente di vivere un'esistenza dignitosa e LIBERA, ma siamo ridotti all'osso, grazie anche all'assenza di una regolamentazione sana e virtuosa sia del mercato (in primis quello del lavoro) sia della politica. Siamo così: cittadini abbandonati, che sfamiamo le bocche, sempre più affamate, di "quattro" (magari fossero solo 4) tizi la cui speranza di vita è anche troppo estesa.
    Detto ciò, quel vecchio ectoplasma non ha appioppato nessun "discorsetto" a me e alla mia famiglia, abbiamo guardato un bel dvd di Indiana Jones, l'ho trovato molto più istruttivo :)

    complimenti per l'olio :) l'ho sempre mangiato al rosmarino mai così! da rifare :)

    RispondiElimina
  13. Leggo solo ora e solo ora... ti faccio gli auguri, perdonata?
    Sarebbe piaciuto anche a me sentire parole analoghe alla tue; il discorso non l'ho ascoltato (volutamente), ma dai riassunti dei giorni seguenti ho capito che il tuo "vorrei sentire" è diventato "avrei voluto sentir dire". Purtroppo siamo in Italia e personalmente ritengo che sia pura utopia anche solo sperare in un discorso che toccasse almeno un paio dei temi che hai introdotto.
    Proverò il tuo olio al basilico la prox estate, grazie!

    RispondiElimina
  14. difficile non essere d'accordo con quanto scrivi...per l'Italia è un pessimo periodo e chi ci rappresenta e dovrebbe tutelarci..ci sta mandando davvero alla malora.
    Non penso che il discorso di fine anno di quell'ometto (scusatemi ma per me Napolitano è questo, niente di più) meriti attenzione..ci vorrebbero fatti, non parole, per tutti noi, cittadini italiani, che ci sveniamo giorno dopo giorno per cercare di vivere in modo dignitoso, facendoci il mazzo sul lavoro e non venendo ricompensati nel modo giusto, costretti a pagare tasse assurde e assurdamente esose..

    discorso diverso, assolutamente, per il tuo olio al basilico: idea fantastica!! penso che lo proverò volentieri ;)

    RispondiElimina
  15. Fantastica idea l' olio al basilico! Devo provarlo assolutamente.
    Un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
  16. ok.... ci provo anch'io!!!!! baci baci

    RispondiElimina

Ciao grazie per aver letto fin qui, è sempre un piacere leggere i vostri commenti. Li leggo sempre tutti anche se non sempre rispondo, ma generalmente lo faccio se mi vengono poste domande.
Tornate a trovarmi, vi aspetto!

da Instagram

Scrivimi

Nome

Email *

Messaggio *