Traduci | Translate

giovedì 13 dicembre 2012

Ricetta | La cuccìa di Santa Lucia e le mie versioni moderne

Ciao a tutti, oggi è il giorno di Santa Lucia ed in Sicilia si mangia la cuccìa
Cos'è la cuccìa? Beh se non lo sapete, vuol dire che non avete mai letto qui! eheheheheh


La cuccìa un piatto tipico del giorno di Santa Lucia (13 dicembre),  che consiste in grano cotto ma non è tutto qui.
La preparazione, comprensiva di cottura, dura un paio di giorni, infatti il grano va messo in ammollo. I più pigri lo cucinano direttamente, mentre come ci ha insegnato mia nonna materna, dopo un paio di giorni in ammollo lo priviamo dei vari strati di buccia. dicevo che non tutti tolgono le sfoglioline perchè il procedimento è molto elaborato e faticoso, ma mia madre lo fa. Per privare il grano delle sue sfoglioline, occorre versarlo in un sacco di canapa (mia madre ne tiene uno apposta per questo scopo), e quindi viene "pestato" nel senso letterale del termine, con una mazza, affinchè si stacchino le numerose sfoglie che ricoprono il chicco. 
Per quest'operazione si può procedere in modi differenti: c'è chi strofina energicamente i chicchi lungo un coppo siciliano, chi invece, lo strofina con le mani all'interno di un setaccio a maglia non troppo stretta (in dialetto "crivo"). Infine i chicchi pestati vengono "spagliati" ovvero vengono sollevati e lasciati cadere lentamente, in modo da separare le sfoglie staccate durante il pestaggio. Quest'operazione i nostri nonni la eseguivano fuori (ad es sul terrazzo) in un momento in cui c'era vento, ma si può anche fare dentro casa, magari davanti al ventilatore. 
Infine il grano viene posto in un capiente pentolone (mia mamma utilizza un vecchio pentolone di rame)  con acqua e, pazientemente e mescolando spesso con un cucchiaio di legno, viene portato a cottura.

Dalle mie parti, seguendo la tradizione, la cuccìa sostituisce il primo e vien servita condita semplicemente con olio (ma l'olio nuovo, quello appena spremuto), oppure con olio e ricotta

Io ho voluto però provare delle varianti, infatti ogni volta che provo a far un minimo di dieta e cercare di fare solo ricette light,  ad un certo punto mi sento come in astinenza e mi vien voglia di mangiare qualcosa di goloso, dolce o salato che sia... capirete bene che la cuccìa condita con l'olio, per una persona in cerca di golosità non è il massimo.. magari condita con la ricotta un pò di più! ;)  

Dunque io l'ho condita con sale ed un ragù bianco ottenuto facendo soffriggere cipolla, carote e sedano tritati ed uno spicchio d'aglio. ho poi aggiunto della carne macinata, sfumato il tutto con un goccio di vino bianco e portato a cottura. Il risultato è stato ottimo ed è piaciuto anche a mio marito e mio figlio che non amano la cuccìa.


Mi sono anche voluta preparare un dolce... ovviamente a base di cuccìa, e quindi l'ho condita con burro, zucchero e cannella.


Mi manca da provare anche in versione cioccolatosa!
Credo che rimedierò presto... magari con cioccolato e ricotta e nocciole... mhmhmhm

E voi avete tradizioni particolari in ricorrenza della Festa di Santa Lucia? Se si, cosa?


Potrebbero interessarti anche:



N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche. Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

12 commenti:

  1. quanto mi piacciono le tradizioni! qui non ce ne sono per S. Lucia...
    Il grano in versione dolce io l'ho sempre visto solo per la pastiera, ma anche così, mi sembra molto invitante!

    RispondiElimina
  2. che bella ricetta! Felice santa Lucia! un bacio cara

    RispondiElimina
  3. A Roma non ci sono tradizioni particolari, ma la tua cuccia è davvero molto interessante.. mi piace in particolar modo la tua versione salata, con il ragù bianco, davvero ottima, grazie!

    RispondiElimina
  4. Ha un aspetto favoloso...me ne mangerei un bel piatto...Buona Santa Lucia, un bacione !

    RispondiElimina
  5. Bella la descrizione con i relativi termini dialettali.

    Golosa anche la versione dolce con la cannella :)

    RispondiElimina
  6. Belle e invitanti tutte e tre le versioni, mi autoinvito per gli assaggi!
    Buona festa di Santa Lucia! ;)

    RispondiElimina
  7. Ecco, la versione salata mi manca!

    RispondiElimina
  8. grazie non sapevo...mi hai illuminata su una nuova cosa! Aspetto la versione cioccolatosa
    a presto
    fulvia

    RispondiElimina
  9. Io conosco soltanto la versione con il cioccolato ed i canditi! questa devo proprio provarla!
    baci
    Laura

    RispondiElimina
  10. davvero interessante! E' bello scoprire o riscoprire questi piatti tradizionali e antichi!

    E credo proprio che a me piacerebbe molto anche nelle varie versioni :-)

    RispondiElimina
  11. Sono appena venuta a conoscenza di questa tradizione da un altro blog, lì era in versione cioccolatosa, ma anche le tue non sono niente male!

    RispondiElimina
  12. Ciaoo cara!!!! quanto piacerebbe anche a me festeggiare questa tradizione! Su ricette light ho visto un sacco di ricette interessanti...grazie della segnalazione! un bacione

    RispondiElimina

Ciao grazie per aver letto fin qui, è sempre un piacere leggere i vostri commenti. Li leggo sempre tutti anche se non sempre rispondo, ma generalmente lo faccio se mi vengono poste domande.
Tornate a trovarmi, vi aspetto!

Stampa questa ricetta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...