Ricetta siciliana della "pasta chi tinnirumi" ovvero la pasta con i germogli delle piante di zucca lagenaria

6:20:00 PM

Quella che vi presento oggi è una delle classiche ricette della cucina povera siciliana. 
Si tratta di una minestra gustosa e rinfrescante, ottenuta dai germogli delle zucchine siciliane, quelle  lunghe  e sottili per intenderci, che in molti chiamano "zucchina siciliana" ma il cui vero nome è "zucchina lagenaria" ma che i siciliani chiamano "cucùzza". 

Piatti d'Ancàp


c/Questo tipo di zucca produce molti fiori e germogli durante l'estate, ed è proprio in estate che in molte case siciliane si mangia la pasta chi tinnirùmi, che di casa in casa viene preparata in tante diverse versioni più o meno ricche, ma molto spesso si mangiano i tinnirùmi anche senza la pasta, semplicemente lessi e conditi con del buon olio.


PASTA COI TENERUMI
Ingredienti
un mazzo di tenerumi freschi
acqua
sale
salsa di pomodoro, possibilmente fresco
olio

Preparazione
Pulire i tenerumi avendo cura di prendere solamente le parti più tenere. Separare le foglie dagli steli e sciacquarli in abbondante acqua fresca. Io cerco sempre di prepararli in anticipo e quindi li lascio in ammollo per almeno mezz'ora, in modo da far ammorbidire e quindi sciogliere eventuali tracce di terra. 
Strizzare i tenerumi accuratamente lavati e lessarli in abbondante acqua bollente. A piacere potete salare l'acqua, per mio gusto personale preferisco lessare le verdure senza il sale, che aggiungo solitamente al momento della cottura della pasta. 
Quando i tenerumi saranno cotti, scolarli e tenerli da parte. Salare l'acqua di cottura della verdura e cuocerci la pasta. A cottura ultimata scolarla del liquido in eccesso ed aggiungervi i tenerumi tagliuzzati e la salsa di pomodoro. 
Completare con un filo d'olio e servire. 


N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche. Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

Potrebbero interessarti anche

3 commenti

  1. Quanto amo questa pasta!!!A Trapani prepariamo un sughetto fatto in padella con aglio rosolato in olio,uniamo polpa di pomodoro fresco,sale e molto basilico. A metà cottura uniamo il sughetto alla pasta che cuoce chi tinnirumi e dadini di patate.....altra versione!!!
    Due piatti di pasta non mi devono mancare...

    RispondiElimina
  2. ho capito solo ora con siano i tenerumi.ma dai!!molto intrigante questa pasta, bello possedere un orto per accedre ad un prodotto "di scarto" ma buonissimo.!

    RispondiElimina
  3. A parte questo piatto prelibato brava ad aver risolto il problema di Monique se succede a me saprò a chi rivolgermi ciaooooo buona fine settimana

    RispondiElimina

Ciao grazie per aver letto fin qui, è sempre un piacere leggere i vostri commenti. Li leggo sempre tutti anche se non sempre rispondo, ma generalmente lo faccio se mi vengono poste domande.
Tornate a trovarmi, vi aspetto!

da Instagram

Scrivimi

Nome

Email *

Messaggio *