Ricetta | Pasta al forno calabrese con polpettine e soppressata di Calabria DOP

9:02:00 PM

A prescindere dagli ingredienti scelti (tipicamente quelli che si hanno a disposizione in casa), in tutto il meridione la pasta al forno è una vera e propria bomba energetica perchè contiene tanti sapori: oggi parliamo della pasta al forno tipicamente calabrese, che contiene uova, polpette di carne, soppressata e formaggi. In effetti pensando a tutti gli ingredienti dà l'idea di pesantezza ma come in tutte le preparazioni, basta non esagerare con le quantità e non vi sentirete in colpa ma piuttosto vi sentirete appagati dall'aver mangiato un piatto veramente squisito. 
pasta al forno calabrese con soppressata uova e formaggi di I Pasticci di Luna
Vi consiglio di prepararla in un giorno di festa o quando avrete invitati, infatti si può preparare con largo anticipo ed è ottima anche a temperatura ambiente. 

PASTA AL FORNO ALLA MANIERA CALABRESE 
Ingredienti
300 g di carne tritata (metà di manzo e metà suina)
5 uova (2 crude e 3 sode)
4 cucchiai di pecorino grattugiato
4 cucchiai circa di pangrattato (o un panino raffermo bagnato con acqua o latte e poi strizzato)
600 g di passata rustica di pomodoro
1 spicchio d’aglio
1 cipolla
1/2  bicchiere di vino rosso
olio extravergine d’oliva DOP
 un cucchiaio di strutto q.b.
sale q.b.
prezzemolo q.b.
peperoncino q.b.
100 g di formaggio a pasta morbida come provola o scamorza
400 g di rigatoni

Preparazione
Prima di tutto preparare l'impasto per le polpette amalgamando la carne con le uova,  il formaggio, l'aglio tritato, sale, peperoncino, prezzemolo tritato, e pangrattato (o pane raffermo precedentemente bagnato e strizzato). Coprire e porre a riposare per far insaporire. 
Nel frattempo tagliare a fettine e poi a pezzetti la soppressata. Tritare la cipolla e porla sul fuoco in una padella antiaderente dai bordi alti, con qualche cucchiaio di olio ed un cucchiaio di strutto. Aggiungere la soppressata e far insaporire bene poi unire una manciata di prezzemolo tritato. Nel frattempo formate delle piccole polpettine di circa 1 cm di diametro ed aggiungerle via via al soffritto. Mescolare delicatamente e far insaporire bene, quindi versare mezzo bicchiere di vino rosso e far evaporare. Versare la polpa di pomodoro e poca acqua, salare. Consiglio di non aggiungere il peperoncino in questa fase infatti la soppressata è sufficientemente piccante e il peperoncino si trasferirà in tutto il sugo. Far cuocere a fiamma vivace per mezz'ora circa (il sugo non dovrà essere troppo ristretto).  Nel frattempo tagliare la provola a cubetti e far rassodare le uova restanti quindi tagliarle a fettine. 
Cuocere i rigatoni e scolarli al dente e poi condirli con poco sugo.
In una pirofila versare qualche cucchiaio di sugo, aggiungere uno strato di rigatoni, distribuirvi sopra alcune polpettine, una manciata abbondante di provola e alcune fette di uovo sodo. Aggiungere dell'altro sugo e ripetere l'operazione con altra pasta e tutti gli altri condimenti fino ad esaurimento degli stessi. 
Distribuire sulla superficie un'abbondante quantità di sugo, formaggio a cubetti, uovo sodo e fettine di soppressata sottili. 
Porre in forno caldo a 200°C per circa 30 minuti, quindi spegnere il forno e far riposare per almeno 15 minuti. La pasta è pronta per essere servita, buon appetito!

Seguimi su GooglePlus

 N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche. Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

Potrebbero interessarti anche

4 commenti

  1. ciao cara, come va? qui mi sento chiamata in causa perché sono calabrese anche se abito in Trentino da tanti anni e questa pasta mi ha sempre fatto morire...la ricetta di casa nostra è leggermente diversa e prevede l'uso anche della provola ( oltre a soppressata, pecorino, uova e polpette)...ad ognni modo anche la tua ha un aspetto buonissimo, che fame... e sono ad ieta :(

    RispondiElimina
  2. Ciao bella, che piacere!!! La provola è tra gli ingredienti infatti (ho scritto "provola o scamorza"). La tua ricetta di famiglia differisce solo per la provola? Racconta!!! :D

    RispondiElimina
  3. Non amo molto il piccante ma alla pasta al forno non si può dire di no!!! gnammy!

    RispondiElimina
  4. Hai ragione, al sud la pasta al forno è una bomba!!! Fa parte della tradizione, della cultura culinaria! La tua la rappresenta appieno, bravissima! Un abbraccio

    RispondiElimina

Ciao grazie per aver letto fin qui, è sempre un piacere leggere i vostri commenti. Li leggo sempre tutti anche se non sempre rispondo, ma generalmente lo faccio se mi vengono poste domande.
Tornate a trovarmi, vi aspetto!

da Instagram

Scrivimi

Nome

Email *

Messaggio *