Foodblogger: Come scegliere la luce giusta per le foto di cibo da fotografare

7:00:00 AM

Un foodblogger, sia che lo faccia per hobby o per professione, prima o poi si troverà a dover fare i conti con le tecniche di fotografia, ed inevitabilmente anche con la luce adatta ad ottenere scatti sempre più belli.
Il mondo della fotografia è immenso e su internet potrete consultare tanti articoli che spiegano quali trucchi utilizzare per scattare delle foto di cibo accattivanti, quindi oggi mi soffermo solamente sulla luce

Foodblogger: Come scegliere la luce giusta per le foto di cibo da fotografare

La luce è uno fattori più importanti nel set fotografico... e spesso rappresenta anche il problema più grosso per i foodblogger visto che nella maggior parte delle nostre case non vi sono nè un set fotografico e nemmeno lo spazio per crearne uno.... e spesso neppure i soldi per acquistare l'attrezzatura necessaria!
La soluzione sta nello sfruttare le risorse che si hanno a disposizione con dei piccoli accorgimenti e l'illuminazione è una di queste.
Nella food photography la luce più adatta è la luce soffusa, la quale è il risultato della luce naturale e, se posta dietro o di lato rispetto all'oggetto, permette di ottenere naturalità allo scatto, a differenza della luce diretta che, invece, provoca riflessi sulle superfici e ombre marcate. Tutti i professionisti concordano sul fatto che la luce naturale sia la scelta migliore per diversi motivi, infatti è gratuita, è facilmente disponibile, abbellisce il cibo.  
Il problema è che non sempre la luce naturale è disponibile e, soprattutto non sempre migliora lo scatto, infatti luce giusta può far sembrare un piatto anche molto semplice un'opera d’arte mentre la luce sbagliata può farlo sembrare non commestibile.
Riuscite a cogliere la differenza tra la foto dei miei muffins/cupcake cioccofragola, scattata di sera con luce artificiale (neon) e la foto dei mostaccioli scattata con luce diurna?



Per questo motivo, se non siete professionisti e se non fotograferete con la luce diurna, dovrete avvalervi di una sorgente di luce artificiale adeguata per provare a limitare i danni



Negli anni ho conosciuto foodblogger che cucinavano la cena al mattino, solo per fotografarla all'ora di pranzo, ovvero quando avrebbero avuto la luce migliore per delle belle foto, o ancora, foodblogger che allestivano un set fotografico sui posti più disparati come lo stendino dei panni o l'asse da stiro, per posizionarli il più vicino possibile alla finestra, per non parlare della foodblogger che si faceva aiutare dal marito per tenere tenda bianca tra la finestra ed il set fotografico, in modo da filtrare la luce, allo scopo di ammorbidire le ombre... poi c'è chi ha allestito il set fotografico sulla vasca da bagno perchè il bagno era la stanza con la luce migliore! Potrei continuare con questi esempi ma il concetto che vorrei far passare è che chi non dispone degli appositi accessori per la fotografia, quali softbox, ombrelli, faretti, flash, riflettori, ecc. deve per forza arrangiarsi mettendo in moto la fantasia e sperimentando con ciò che ha a disposizione, in particolare l'illuminazione artificiale.
In ogni casa ci sono a disposizione luci decorative, funzionali e ambientali e tra queste potremmo scovare la luce che fa per noi tenendo presente che il tipo di luce scelto ci aiuta ad esprimere un messaggio, come uno stato d’animo o un'impressione. Solo sfruttando la luce a disposizione si riesce a risaltare il significato comunicativo del soggetto della nostra scena.
Ma quali caratteristiche deve avere una luce artificiale per aiutarci ad ottenere scatti fotografici migliori?
Le luci artificiali sono caratterizzate da:
  • direzione (ovvero da quale parte colpisce il soggetto, può eliminare le ombre, creare le sagome o dare profondità)
  • dimensione (più è grande la fonte di luce e più saranno soffuse le ombre)
  • colore (l'occhio non percepisce i toni colorati prodotti dalle luci artificiali ma l'obiettivo sì, è il caso dei tipici colori verdastri/bluastri provocati dalle lampade fluorescenti). 
In base al risultato che si vuole ottenere, si può allestire il set fotografico casalingo in prossimità di luci:
  • frontali al soggetto: per eliminare le ombre
  • posteriori al soggetto: per accentuarne i contorni
  • laterali al soggetto: per creare delle ombre che diano senso di profondità
lampada con tecnologia LED
Tenete presente che le luci casalinghe sono continue così come lo è la luce naturale e solo accendendole sul nostro set fotografico possiamo avere l'idea dell'effetto che potrebbero avere sulle nostre foto. Lo svantaggio nell'uso delle foto casalinghe è che queste non sono potenti come i flash o come le luci stroboscopiche.
Le luci indicate, fra tutti i tipi disponibili in casa, sono quelle a led e fra queste poi starà a noi scegliere quelle che più si adattano al nostro arredamento. Un sito che offre una vasta gamma di prodotti per l'illuminazione della casa è Lampcommerce  che offre luci da parete, da terra, da tavolo, ecc. di design e stili diversi. La linea che più mi ispira è Artemide  perchè i prodotti di questa linea sono raffinati pur avendo delle caratteristiche tecniche rilevanti.

lampadina alogena
Per concludere, se non è possibile avvalersi della luce diurna naturale, la luce continua tungsteno potrebbe essere una soluzione purché si conosca l'effetto della temperatura del colore sulle immagini e si sappiano gestire i risultati di questo effetto.
In ogni caso come in tutte le cose, basterà comunque approfondire l'argomento e fare tante prove con le luci a disposizione in casa per capire quale tipo di illuminazione è adatta ai vostri set fotografici. Se possedete una macchina fotografica reflex Canon vi suggerisco di seguire i tutorial a disposizione sul sito che sicuramente vi aiuteranno a capire come valorizzare la vostra scena attraverso le potenzialità offerte dalla macchina.  
Se invece possedete una macchina fotografica Nikon, potreste leggere i topic del forum NikonClub dove è possibile trovare tanti spunti interessanti per saper meglio utilizzare la vostra macchina o idee per delle foto più accattivanti e valorizzate.
Sono certa che sarete in grado di creare splendide immagini per il vostro foodblog in qualunque momento della vostra giornata e pur non avendo a vostra disposizione materiali professionali.


Seguitemi su GooglePlus


 N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche. Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

Potrebbero interessarti anche

1 commenti

Ciao grazie per aver letto fin qui, è sempre un piacere leggere i vostri commenti. Li leggo sempre tutti anche se non sempre rispondo, ma generalmente lo faccio se mi vengono poste domande.
Tornate a trovarmi, vi aspetto!

da Instagram

Scrivimi

Nome

Email *

Messaggio *