I 5 strumenti indispensabili per uno chef

8:00:00 AM

I grandi chef si distinguono dai comuni cuochi mortali per passione, professionalità e creatività. I loro piatti sembrano prendere vita con grande facilità, ma spesso dietro a un semplice uovo si nascondono ore e ore di preparazione e tanto sudore tra i fornelli.

Ingredienti di qualità, abbinamenti insoliti, presentazioni eleganti e sorprendenti sono il risultato di un ambiente di lavoro estremamente organizzato in cui ordine, precisione e pulizia fanno da padroni.

Uno chef degno di questo nome sa che la cucina in cui lavora è la sua vera casa: tanti pensili in inox e armadietti per disporre al meglio oggetti e ingredienti sono fondamentali, insieme a elettrodomestici  all’avanguardia e a collaboratori di fiducia.

Ci sono poi alcuni strumenti di cui non può fare a meno e soprattutto da cui difficilmente riesce a separarsi.

I coltelli
Sempre affilati e pronti all’uso, i coltelli non possono mai mancare per: tagliare, sfilettare e sminuzzare. Il grande classico è il trinciante a lama alta, chiamato appunto coltello da chef, ma ultimamente tra i più apprezzati e richiesti troviamo il santoku, un coltello di origine giapponese adatto sia per la carne che per il pesce e le verdure, un vero e proprio jolly da giocarsi in ogni occasione.

Foto da ilmigliorblogdicucina.it
Le pentole
Come privare uno chef di padelle e pentole? In base alle diverse esigenze di cottura e preparazione nella sua cucina dovranno essere sempre a disposizione pentole in acciaio inox, in alluminio o antiaderenti e in ceramica; e ancora pentole in ferro, in terracotta e, soprattutto per la pasticceria, pentole in rame stagnato utili per le cotture lente con temperatura controllata.

Il frullatore a immersione
È grazie a questo indispensabile strumento che salse, vellutate e creme di verdura o frutta possono deliziare il nostro palato. Il fatto di sostituire in unico passaggio il lavoro che prima era svolto da più strumenti lo rende davvero indispensabile.
 
Foto da lavorincasa.it

Macchina per la pasta fresca
Il caro e vecchio mattarello serve sempre, ma quando è necessario produrre grandi quantità di pasta fresca non può mancare l’apposita macchina Esistono in commercio numerose trafile per riprodurre tutte le tipologie di pasta che si desidera: uno chef che si rispetti non può permettersi di acquistare prodotti confezionati

Il colino
Sembra banale e inutile, ma in realtà sono molte le ricette che necessitano l’uso di questo piccolo strumento da cucina. Usato per spargere lo zucchero a velo in pasticceria, si presta anche per setacciare la farina, scolare capperi, olive e uvetta o ottenere un’ottima riduzione dal sugo dell’arrosto.

Articolo scritto in collaborazione con Freccia Inox


Seguimi su GooglePlus


 N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi (in tutto o in parte), in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche. Copyright © I pasticci di Luna All Rights Reserved

Potrebbero interessarti anche

0 commenti

Ciao grazie per aver letto fin qui, è sempre un piacere leggere i vostri commenti. Li leggo sempre tutti anche se non sempre rispondo, ma generalmente lo faccio se mi vengono poste domande.
Tornate a trovarmi, vi aspetto!

da Instagram

Scrivimi

Nome

Email *

Messaggio *